Cos’è l’Ayurveda e come funziona il massaggio ayurvedico

Un trattamento di ayurveda dura circa 60 minuti. Un futon, musica rilassante in sottofondo, candele, atmosfera distesa e si può cominciare. Stefania Giulieri ci introduce all’ayurveda raccontandoci come funziona e come, più di una cura naturale, sia uno stile di vita.
Gaia Cortese 25 Ottobre 2018

Conservare la salute dell'organismo e promuovere il benessere. Sono gli obiettivi dell'Ayurveda, una medicina naturale originaria dell'antica India e arrivata in tempi più moderni anche in Occidente. Incuriosita da tutto ciò che racchiude questa pratica, mi sono rivolta a un'operatrice Ayurveda, Stefania Giulieri, operatrice Ayurvedica e in discipline Bio Naturali, ed ecco quello che ho scoperto in più sull'Ayurveda.

Quali benefici si possono avere dal massaggio Ayurvedico?

I benefici del massaggio Ayurvedico sono molti: riequilibra anima, corpo e mente con le diverse manualità e con l'utilizzo dell'olio caldo che scorre su tutto il corpo raggiungiamo uno stato di rilassamento profondo; ritarda il processo di invecchiamento aumentando la longevità, normalizza e riequilibra il sistema nervoso, facilita l'espulsione delle tossine rigenerando le cellule del corpo, nutre il corpo, facilita la circolazione sanguigna, rilassa la muscolatura e drena i liquidì in eccesso. I benefici si prolungano anche dopo la normale seduta, il corpo è più leggero e rilassato e la mente più lucida.

Come si svolge normalmente una sessione di massaggio Ayurvedico?

Una normale sessione di massaggio dura circa 50/60 minuti. Prima del trattamento, se il cliente è nuovo, l'operatore pone qualche domanda per conoscere la persona e le sue eventuali problematiche, eventuali allergie e particolari stati di salute. Poi si fa accomodare il cliente in una stanza accogliente: di solito l'atmosfera è distensiva, luce soffusa, candele profumate, colori tenui e musica rilassante in sottofondo. Per il massaggio si può utilizzare sia il lettino che il tradizionale futon a terra ricoperti entrambi da un lenzuolo bianco e da carta usa e getta; l'utilizzo di uno piuttosto che l'altro varia dalle abitudini dell’operatore e dalla comodità ed eventuali richieste del cliente.

Il cliente si spoglia e si sdraia. Io inizio quasi sempre a pancia in giù perché mi piace concludere la sessione con il massaggio al viso, lo trovo molto piacevole e rilassante. Prima di iniziare il massaggio vero e proprio appoggio delicatamente le mie mani sulla schiena e sulla testa per poi congiungerle al mio petto recitando un “om":
questo serve per caricarsi di energia positiva e ottenere la massima concentrazione. A questo punto inizia il massaggio vero e proprio con l'utilizzo di olio caldo: personalmente preferisco quello di sesamo o di mandorla.

Le manualità varieranno a seconda delle esigenze del cliente. Concludo con il massaggio al viso lasciando poi il cliente libero di alzarsi quando se la sente, raccomandando sempre di aspettare qualche minuto per prendersi tutti i benefici del trattamento appena ricevuto.

Ayurveda e alimentazione: come si integrano tra loro?

L'alimentazione è uno dei principi fondamentali alla base dei principi ayurvedici. L’uso corretto dei 6 sapori (rasa) e delle 20 qualità (guna) delle sostanze consente di mantenere il corretto equilibrio dei dosha. I rasa e i guna contengono tutti i 5 elementi (acqua, terra, fuoco, aria, spazio) che determinano l'azione che svolgono nei dosha. L'alimentazione quindi influenza in modo positivo o negativo la nostra salute e il nostro equilibrio.

L'ayurveda può essere pensato più a uno stile di vita che come a una semplice medicina alternativa visto che spesso è associato alla pratica dello yoga, alla meditazione, all'alimentazione?

L'Ayurveda è uno stile di vita. Non è solo un massaggio, una meditazione, l'alimentazione corretta o il canto di un mantra: è l'insieme di tante pratiche giornaliere volte a raggiungere l’equilibrio di anima, mente e corpo. L'ayurveda prevede una routine giornaliera molto precisa, da quando ci si sveglia al mattino alla buonanotte. Gli orari ovviamente sono molto diversi da quelli occidentali e le sequenze della giornata dipendono dalla nostra costituzione (vata, pitta, kapha); il raggiungimento del nostro equilibrio è un mix perfetto tra alimentazione, meditazione, esercizio fisico e cura del corpo. Una routine giornaliera particolare, ma del tutto adattabile al nostro frenetico ritmo occidentale.

E' vero che contribuisce a vivere più a lungo?

Si è vero l'Ayurveda contribuisce a vivere più a lungo. Seguendo i suoi principi il corpo dovrebbe essere sempre in equilibrio, depurato perfettamente, nutrito, privo di malesseri, garantendo così anche un perfetto equilibrio mentale.

Come si diventa operatore ayurveda?

Per diventare operatori ci sono le scuole di ayurveda. Il percorso dura 3 anni durante i quali si apprendono i principi fondamentali teorici seguiti poi da tanta pratica, i trattamenti infatti sono molti.

Quanto costa una sessione di massaggio? Quanto dura?

Una sessione di massaggio classica dura 50/60 minuti e costa 50 euro. Per alcuni trattamenti sono necessari 90 minuti, in questo caso il costo è maggiore e parte da 80/90 euro a seconda del trattamento.

E' una medicina alternativa riconosciuta?

Purtroppo l’ayurveda è una medicina alternativa non riconosciuta. Ci stiamo battendo perché diventi tale ma per ora rientra nelle discipline olistiche che possiamo definire adatte per il benessere del corpo, ma non possiamo assolutamente paragonare a terapie e medicine tradizionali.