I 7 cibi nemici del sonno: cosa non dovresti mangiare prima di coricarti

Caffè e pasti eccessivamente pesanti prima di tutto, ma anche cioccolato e agrumi. Sostanze che ostacolano una buona qualità del sonno possono nascondersi ovunque, anche nelle spezie. Meglio quindi sapere quali sono gli alimenti che ti impediranno di addormentarti e riposare bene tutta la notte.
Giulia Dallagiovanna 14 marzo 2019

C'è chi ha problemi di insonnia cronica, una persistente difficoltà ad addormentarsi e a mantenere una buona qualità del sonno durante la notte. In questo caso, è necessario rivolgersi a uno specialista. Può succedere però anche di attraversare brevi periodi in cui dormire sembra davvero una sfida difficile da vincere. La causa può essere lo stress accumulato durante il giorno o uno stile di vita poco sano.

Ricorda però che una buona qualità del sonno è fondamentale per il tuo corpo. Migliora la memoria, rafforza il sistema immunitario e ricarica le energie del tuo corpo, per prepararti ad affrontare al meglio la giornata successiva.

Anche quello che mangi può influire non poco sul tuo riposo notturno. Alimenti eccitanti o troppo complicati da digerire possono portarti a bruschi risvegli nel bel mezzo della notte, magari corredati da sudore e un accenno di tachicardia. Ecco allora un elenco di 7 cibi da evitare a partire dall'ora di cena:

Caffè

Questo sicuramente lo avevi già immaginato anche tu. Il caffè contiene caffeina, una sostanza eccitante che può rimanere in circolo nel tuo corpo anche per diverse ore. Per questo motivo, ti consiglio di limitare il tuo consumo giornaliero. Su Ohga ti avevamo già consigliato di non superare le quattro tazzine quotidiane, ma dipende molto anche da quanto sei in grado di tollerarlo.

In generale, se stai affrontando un periodo dove avverti maggiori difficoltà ad addormentarti, ti consiglio di evitare il caffè del dopocena. Anzi, non dovresti più assumere caffeina a partire dalle 16 del pomeriggio. Ammessa invece la tazzina per combattere la sonnolenza post pranzo.

Alcolici

Ti sarà capitato qualche volta di esagerare un po' con i bicchieri di vino o birra del sabato sera. E ti sarai accorto di sprofondare in un sonno profondo non appena toccavi il letto per poi risvegliarti dopo poche ore, magari con un accenno di tachicardia, e non riuscire più a chiudere occhio per il resto della notte.

Non solo, ma l'alcol disidrata il tuo corpo e sarà inevitabile risvegliarti con un cerchio alla testa e una generale difficoltà a far partire il cervello. Ti sveglierai, insomma, più stanco di quando sei andato a letto. Perciò ti sconsiglio di esagerare con i cocktail, anche perché provoca danni a lungo termine sul tuo organismo, ma in particolare dovresti evitarli se il giorno dopo devi recarti al lavoro o hai un impegno importante.

Carne rossa

Bistecche, hamburger, ragù per condire la pasta. Le carni rosse sono ricche di proteine, e questo è ottimo per i tuoi muscoli, ma sono anche molto difficili da metabolizzare per il tuo organismo. Se riesci, non chiedergli di compiere questa operazione durante la notte.

Nel caso però tu non riesca proprio a rinunciare alla fettina in padella, cerca di fare una passeggiata dopo cena per favorire la digestione e lascia passare almeno un'oretta prima di coricarti. Ricorda poi che il consumo di carne rossa dovrebbe essere ridotto a non più di due volte a settimana.

Pasti pesanti

Pastasciutte troppo condite, peperoni in quantità o gli avanzi del pranzo della domenica potrebbero non essere la scelta migliore per la tua cena. Così come avviene nel caso della carne rossa, anche quando consumi pasti troppo pesanti stai chiedendo al tuo corpo di svolgere il doppio lavoro durante le ore notturne.

Ti sarà già capitato infatti di svegliarti di notte, magari sudato, perché il tuo apparato gastrointestinale era in affanno. Per evitare di interrompere il tuo sonno ristoratore in modo cosi brusco, ti consiglio di prepararti cene leggere, magari a base di carne bianca, zuppe di verdure o pastasciutte non troppo condite.

Alimenti molto speziati

I cibi conditi da molte spezie provocano uno sbilanciamento nella temperatura corporea ed è questa una delle ragioni per cui vengono considerati degli ottimi afrodisiaci. Ma se non hai in previsione nessuna serata particolarmente romantica, si limiteranno a renderti difficile il sonno.

Ti troverai ad avere molto caldo nel bel mezzo della notte e ti sveglierai inevitabilmente. Scegli quindi una sola spezia, giusto per esaltare il sapore dei tuoi piatti, e modera la quantità utilizzata.

Dolci

L'eccessivo consumo di dolci ti farà provare momenti di spossatezza e sonnolenza durante la giornata, che altereranno l'equilibrio del tuo ritmo sonno-veglia. Non solo, ma l'eccessiva presenza di zuccheri nel sangue rende più debole il tuo apparato immunitario, rischiando di farti ammalare più spesso.

Biscotti, torte e merendine varie non sono quindi il modo migliore per finire la giornata. Ma il peggiore di tutti sembra essere il cioccolato, perché oltre allo zucchero contiene anche la caffeina. Le due sostanze insieme hanno praticamente un effetto esplosivo, tanto che potresti ritrovarti perfettamente sveglio e attivo anche alle 2 di notte. Slavo poi morire di sonno il giorno seguente.

Agrumi

Scommetto che, se gli altri alimenti un po' te li aspettavi, non avrai invece mai pensato agli agrumi. Ma si tratta di frutti che possano aumentare l'acidità di stomaco durante la digestione e quindi provocarti dolori e fastidi all'addome durante la notte.

Per la frutta del dopocena evita soprattutto arance e pompelmi, e magari prova con un kiwi. Contiene vitamina C in quantità anche superiore e in più concilia il sonno.