Imparare lo skateboard su rampe e bowl: 5 skatepark da conoscere in Italia

Si diffondono sempre più sul territorio perché la passione per lo skateboard sta conquistando sempre più ragazzi e ragazze. Da Milano a Roma, e poi fino a Lecce, il posto migliore per fare salti e acrobazie è sicuramente uno skatepark.
Gaia Cortese 15 Agosto 2021

Salti e acrobazie, ma anche cadute e ribaltoni che lasciano con il fiato sospeso. È lo scenario più tradizionale di uno skatepark, un luogo progettato appositamente per praticare lo skateboard e altre discipline sportive un po’ estreme. In uno skatepark, infatti, potrai vedere anche appassionati di rollerblade e biciclette freestyle lanciarsi da rampe e trampolini dall’altezza vertiginosa.

Non solo. Lo skatepark rimane il luogo ideale anche per imparare i rudimenti dello sport. Qui, lo spirito di gruppo non fatica a farsi sentire e dai più esperti è facile ricevere consigli e suggerimenti per superare le prime difficoltà, oltre all’incoraggiamento necessario per togliersi ogni paura.

In Italia sono diversi gli skatepark che hanno conquistato anche una certa fama o perché, essendo le uniche strutture realizzate a questo scopo, sono diventate note ai cosiddetti locals.

Lambro Bowl, Milano

Skater milanesi e lombardi si danno appuntamento al Lambro Bowl, o Skatepark Parco Lambro, immerso nel verde del Parco Lambro del capoluogo lombardo e facilmente raggiungibile in metropolitana. Il nome deriva da una bucadi 400 metri quadrati in cemento, che in gergo tecnico si chiama proprio bowl (si tratta di un buco nel terreno con i bordi composti da transizioni). Da anni questo skatepark è il punto di riferimento per gli appassionati di questo sport e alcuni locals hanno anche aggiunto alcune strutture per saltare e impratichirsi con altre acrobazie.

GratoBowl, Milano

A sud di Milano, nel quartiere di Gratosoglio, si trova un’area progettata dal Comune insieme all’associazione Milano Skateboarding, battezzata GratoBowl. Si tratta di un'area aperta a tutti, inaugurata nel 2015 proprio dove 22 anni fa nasceva il primo skatepark italiano, ed è così all’avanguardia da essere stato voluto in una passata edizione della Mostra Internazionale di Architettura della Biennale di Venezia.

Flyzone Park, Brescia

Con un'area indoor e una outdoor, il Flyzone di Brescia è il park più grande di Italia. L'area indoor è una struttura polivalente dotata di tappeti elastici e di una vasca in gommapiuma per attutire le cadute; l'area outdoor è il più grande skatepark in cemento in Italia, con una bowl a diverse altezze, adatta sia ai principianti sia agli skater più esperti.

Skate Park, Lecce

Nei pressi della Manifattura Tabacchi, in via Medaglie D’Oro, il Skate Park Lecce è una struttura pubblica che consiste in un'estesa area street con una minirampa su una piattaforma di cemento quarzato di 650 metri quadrati, il tutto illuminato per impratichirsi anche nelle ore serali e notturne.

Skatepark Cinetown, Roma

Inaugurato nel 2010, questo skatepark ha vissuto una storia travagliata, senza mai avere la giusta attenzione da parte delle istituzioni e spesso e volentieri oggetto di gesti di vandalismo. Dopo un periodo di gestione da parte della ATS Cinetown, durante il quale sono stati organizzati diversi eventi di intrattenimento, attualmente il park è fruito e pulito dagli stessi skater e da chi vuol dar loro una mano.