Installazioni floreali per colorare le strade più grigie: il riciclo creativo del “Banksy dei fiori”

Lewis Miller di giorno realizza composizioni floreali per grandi eventi privati, mentre di notte, proprio come Banksy, scende per le strade di New York e le colora con le sue installazioni lampo.
Video Storie 5 Settembre 2022

Lo chiamano il “Banksy dei fiori” e di notte colora le strade di New York con le sue opere. Il suo nome è Lewis Miller e usa le strade della Grande Mela come un’enorme tela bianca che riempie con i suoi “flower flashes”, ovvero “lampi di fiori”, rendendo ogni volta la città un trionfo di profumi e colori.

Floral designer di origini californiane, Miller di giorno realizza composizioni floreali per grandi eventi privati, mentre di notte, proprio come Banksy, il più famoso street artist al mondo, scende per le strade di New York e le riempie con le sue installazioni lampo. L’idea è nata quando Miller ha posizionato per la prima volta oltre 2.000 fiori davanti al Memorial John Lennon a Central Park, scatenando l’entusiasmo di tutti i passanti, che sorpresi si fermavano a osservare e fotografare le composizioni. "Volevo mandare un segnale chiaro a questa città e distoglierla dal suo caos – sostiene Miller – Vedere la gente fermarsi ed emozionarsi mi ha fatto capire che avevo centrato in pieno l’obiettivo." Da quel momento in poi, una volta al mese Miller riempie un furgone con le sue opere e prima dell’alba, lontano da occhi indiscreti, corre a scaricarlo in un punto diverso della città, regalando ai cittadini newyorkesi ogni volta un risveglio speciale.

Impiegate da Miller per allestire suggestive location e grandi eventi, queste installazioni però non sono altro che frutto di un innovativo riuso. Destinate a essere buttate, queste opere rischierebbero infatti di andare sprecate ma Miller, a eventi conclusi, riesce a donare loro nuova vita e così dai marciapiedi ai bidoni dell’immondizia, questi imponenti bouquet permettono una sorta di rinascita per tutti quei luoghi anonimi o poco valorizzati. "Purtroppo solo poche persone hanno la fortuna di vedere quello che io e il mio staff riusciamo a creare grazie alla meraviglia della natura. I Flower flashes sono, invece, un omaggio che ho deciso di fare alla mia città del cuore e alle persone comuni che la abitano. È il mio messaggio d’amore per New York"

I Flower flashes di Lewis Miller rappresentano, infatti, delle vere e proprie saette floreali che, come colorati fulmini a ciel sereno, rischiarano gli angoli più bui della città, lasciando un segno indelebile nei passanti. "È elettrizzante vedere come la gente cambi l’installazione, a volte riorganizzando i fiori, altre volte portandoseli via a manciate – conclude Miller – Capita anche che qualcuno, emozionandosi, chieda di poter prendere un fiore da portare a un suo caro. Lo faccio per questo, mi piace l’idea di riuscire a emozionare le persone, credo che il mondo abbia bisogno esattamente di questo in questo momento storico."