La mindfulness aiuta a dimagrire: impara ad esercitarti ogni giorno per perdere peso

Per dimagrire devi fare esercizi. Ma questa volta non si tratta di addominali, corsa sul tapis roulant o sulla cyclette, ma di esercizi di mindfulness. Siediti a tavola, concentrati su quello che stai facendo allontanando altri pensieri e assapora ogni cibo masticando lentamente. Mangia mindful e perderai peso.
Gaia Cortese 26 gennaio 2019

Diversi anni fa ho letto un libro di Mireille Guiliano intitolato “Le francesi non ingrassano. I segreti per abbinare una vita sottile ai piaceri della vita”. Una lettura leggera, ma che mette in evidenza come ci si possa approcciare alla vita e ai piaceri del palato in modo diverso. Secondo l’autrice le donne francesi non ingrassano (e per loro fortuna restano magre) per varie ragioni: innanzitutto non digiunano mai tanto da essere affamate e quindi finire per divorare qualsiasi cosa si trovino di fronte; le francesi non hanno bisogno di nessuna occasione speciale per stappare una bottiglia, lo fanno e semplicemente se la gustano. E soprattutto adorano sedersi a un caffè e gustarsi fino in fondo quel momento. In altre parole mettono in pratica la mindfulness, ossia la consapevolezza di quello che si fa e si vive.

Il principio alla base di questa consapevolezza è molto semplice: devi essere pienamente presente nel momento che stai vivendo, focalizzando l'attenzione sugli stimoli esterni e sui loro effetti sul tuo corpo e sulla tua mente. Non solo l'apprendimento delle tecniche di consapevolezza può quindi aiutarti a ridurre gli effetti dello stress, ma anche a trarre maggior piacere dalle esperienze fatte. Secondo uno studio condotto negli ospedali universitari Coventry e Warwickshire National Health Services Trust nel Regno Unito, in collaborazione con altre istituzioni cliniche e di ricerca, questa consapevolezza può anche aiutare una persona nei suoi sforzi di perdita di peso.

Probabilmente sai già che le tecniche di mindfulness possono aiutarti a mantenere o migliorare il tuo benessere fisico e mentale. La pratica di questa consapevolezza può ridurre i sintomi di ansia e migliorare il funzionamento cognitivo, oltre a migliorare anche le tue difese immunitarie. Perché non dovrebbe aiutarti anche a perdere peso?

Molte diete falliscono dopo pochi giorni dal loro inizio perché sono troppo rigide. Ma molto spesso è il nostro approccio al cibo che è errato. Hai mai sentito parlare per esempio degli emotional eaters? Sono quelle persone che scatenano alcune loro emozioni come ansia, tristezza o rabbia, sul cibo. Difficilmente una qualsiasi dieta alimentare funzionerà con loro, se prima non avranno risolto il loro rapporto con il mangiare. Stesso discorso per i dieting addicted, ossia quelle persone ossessionate dalle diete che, passando da un regime dietetico all'altro, non ottengono alcun risultato e rischiano un effetto yo-yo dannoso per il fisico.

Un aiuto invece può arrivare dalla mindfulness. Come? Rivoluzionando il concetto di dieta e imparando soprattutto a mangiare con consapevolezza; prestando attenzione alle sensazioni che regala un particolare cibo e gustandolo come fosse la prima volta. Ti ricordi? Proprio come quelle donne francesi che si siedono a un caffè e si gustano fino in fondo quel preciso momento.

Se sei in procinto di metterti a dieta, inizia questo percorso di consapevolezza. Nel momento in cui ti siedi a tavola, poni attenzione al momento presente, senza farti travolgere da altri pensieri. Chiediti quale sapore abbia il cibo che hai nel piatto, perché lo stai mangiando e come ti senti mentre lo mangi. Mangiare mindful significa mangiare con consapevolezza, compiere un vero e proprio viaggio di scoperta. Giorno dopo giorno, dedicando più tempo ai tuoi pasti e assaporando ogni alimento, ti accorgerai che non solo mangerai di meno, ma ti sentirai appagato senza doverti per forza abbuffare.