Maratona Internazionale di Roma 2019: pronto a correre domenica 7 aprile?

Correre tra le vie della Città Eterna, portare a termine una maratona e ricevere anche la benedizione il giorno prima della gara. Tutto questo è possibile se partecipi alla Maratona Internazionale di Roma, quest’anno alla sua XXV edizione, che vede tra i protagonisti anche il maestoso Colosseo.
Gaia Cortese 3 aprile 2019

Forse hai già partecipato a una maratona o forse è la tua prima volta. In ogni caso, quale città più bella di Roma per percorrere 42 chilometri circondati dalle antiche bellezze architettoniche della Città Eterna. Non è infatti un caso che sia una delle maratone con più partecipanti al mondo. Se poi 42 chilometri ti spaventano, c'è anche la Stracittadina, una gara non competitiva di soli 5 chilometri.

La Maratona Internazionale di Roma

La Maratona

Per la XXV edizione della Maratona Internazionale di Roma, il Colosseo torna ad essere protagonista della maratona. La partenza della competizione, infatti, è come sempre fissata in via dei Fori Imperiali, tra Largo Corrado Ricci e Via di San Pietro in Carcere, un viale molto ampio che permette ai numerosi partecipanti di assestarsi senza creare congestioni. L'arrivo è sempre nella via imperiale, arrivando da via di San Gregorio, con l'Arco di Costantino a fare da scenario prima di girare intorno al Colosseo e finire in via dei Fori Imperiali.

È poi la prima volta che il tracciato di gara nella parte iniziale percorre via Cristoforo Colombo per tre chilometri, prosegue su viale Ostiense e sulla prima parte di Lungotevere. Al 18° chilometro si passa in via della Conciliazione con la vista della bellissima Basilica di San Pietro, per poi arrivare al quartiere Prati e tornare nuovamente sul Lungotevere. Dal 34° chilometro, fino al traguardo della maratona, c’è la parte più emozionante del percorso: negli ultimi 8 chilometri, infatti, si attraversa il centro storico di Roma, quello che rende il percorso della Maratona Internazionale di Roma davvero unico al mondo. D’altronde si sa, non c’è città che possa sostenere il paragone con Roma, se si pensa al patrimonio storico che offre.

Se quindi si trattasse della tua prima maratona devi sapere che quella di Roma è davvero adatta a tutti: il percorso è decisamente scorrevole, molti tratti sono rettilinei e non ci sono molti saliscendi con cui dover fare i conti. Devi solo arrivare puntuale alla partenza, prevista alle 8.30 del mattino. E non preoccuparti, vada come vada, riuscirai a portare a termine la tua gara perché il tempo limite è di 7 ore e porterai a casa i tuoi (forse primi) 42,195 chilometri.

La Stracittadina

In concomitanza con la XXV Maratona Internazionale di Roma, sempre domenica 7 aprile, viene organizzata anche la Stracittadina, una gara non competitiva di 5 chilometri a cui possono partecipare anche i più pigri. La partenza è prevista dalla via dei Fori Imperiali, dopo la partenza della maratona (indicativamente alle ore 9.00). Il percorso si sviluppa nel cuore della Roma imperiale, con un giro intorno alla Terme di Caracalla e arrivo all'interno del Circo Massimo.

La Messa del Maratoneta

Magari non credi ai riti scaramantici o propiziatori, ma una benedizione dell’atleta prima di una maratona non può che fare bene, tra l'altro è un'iniziativa promossa proprio dall'Athletica Vaticana, la rappresentativa podistica della Santa Sede. Sabato 6 aprile, alle ore 18, nella Basilica Santa Maria in Montesanto (Chiesa degli Artisti), a Piazza del Popolo viene celebrata anche la Messa del Maratoneta. Tutti gli atleti, non per forza solo i maratoneti, sono invitati a condividere questo momento speciale prima di concentrarsi completamente sulla gara del giorno dopo. Al termine della Messa è poi prevista la benedizione degli atleti e viene recitata la “Preghiera del Maratoneta”.