Papilio, il lampione green che si alimenta con il vento generato dalle auto

Questa turbina è stata progettata per produrre energia con il vento generato dalle auto da un giovane designer tedesco, Tobias, che crea alternative sostenibili a oggetti di uso quotidiano. Tra questi ha ideato Papilio, una turbina-lampione che combatte l’inquinamento luminoso delle città e si attiva grazie a una turbina eolica che sfrutta solo l’energia pulita del vento.
Video Storie 15 Giugno 2022

Ogni anno l’illuminazione artificiale viene incrementata del 6% e circa l’83% della popolazione mondiale vive sotto un cielo eccessivamente illuminato, senza la possibilità di ammirare la maggior parte delle stelle. Ma non è tutto. È Tobias, infatti, ad evidenziare i numerosi problemi scaturiti da questa situazione: «Oltre il 44% dei tedeschi sotto i 30 anni non ha mai visto la Via Lattea. Stiamo per perdere la vera oscurità e la notte naturale». «Si stima che nella sola Germania circa 1,2 miliardi di insetti muoiano in una sola notte d'estate a causa dell'illuminazione stradale». L’inquinamento luminoso non ha solo effetti disastrosi su flora e fauna, ma soprattutto sulla salute umana causando disturbi del sonno, malattie cardiovascolari, diabete, cancro e depressione. Papilio è costituito da una lampada con un particolare cono di luce calda che non attira gli insetti e rivolgendo la luce verso il basso, il cielo risulta poco illuminato e quindi più visibile a occhio nudo dai cittadini. Inoltre grazie a un sensore a infrarossi, Papilio si accende solo quando necessario. Non alimentandosi tramite energia fossile, questo lampione futuristico può contribuire a ridurre l’emissione di CO2. Ogni anno con l’illuminazione pubblica in tutto il pianeta spendiamo un quinto dell’elettricità totale mondiale generando 2 miliardi di tonnellate di gas serra all’anno, tra cui il 6% delle emissioni globali di CO2.

Prima di arrivare alla versione definitiva di Papilio, Tobias ha sperimentato diverse forme di turbina con lo scopo di individuare il prototipo in grado di reagire meglio alle correnti d’aria delle strade cittadine. Così nella versione definitiva Papilio è posizionata in verticale e le sue eliche sono orientate in diagonale. Con questo design occupa poco spazio urbano e, oltre a essere sicuro, è molto silenzioso ed è studiato nei dettagli per ricavare energia indipendentemente dalla direzione in cui soffia il vento. Papilio è dotato di una batteria ricaricabile che accumula l’elettricità generata, batteria che rende il lampione totalmente autonomo e in grado di fare luce anche in assenza di vento. Non appoggiandosi a nessuna infrastruttura che trasporta energia, anche i costi di Papilio sono molto convenienti. Infine in caso di giornate molto ventose, quando viene accumulata energia in eccesso, Papilio si trasforma in un generatore di energia pulita che può alimentare la rete elettrica cittadina. Per adesso i primi lampioni-turbina verticali sono stati installati solo in alcune città della Germania, tra cui Berlino riscontrando non solo buoni risultati nella riduzione delle emissioni di gas serra, ma anche il gradimento estetico dei cittadini del posto.