Partecipa anche tu al primo campionato mondiale di plogging per rispettare l’ambiente facendo attività fisica

Fare attività sportiva con uno spirito green. Questo è il plogging, ossia la raccolta di rifiuti fatta mentre si cammina o si corre. Una pratica tutta svedese che si è ormai diffusa in molti Paesi. Così, a settembre, da Cortina d’Ampezzo a Trieste si terrà il Keep Clean and Run, migliaia di plogger uniranno le forze in tutto il mondo per un campionato mondiale.
Gaia Cortese 13 agosto 2020

Running, trail running e walking. Sono queste le tre discipline sportive previste dal primo campionato mondiale di corsa con raccolta rifiuti, che si terrà tra il 4 e il 6 settembre, in ogni parte del mondo.
In quegli stessi giorni, e fino al 10 settembre, si terrà anche la sesta edizione del Keep Clean and Run, il plogging più lungo del mondo organizzato da Cortina d’Ampezzo a Trieste.

Il plogging è un’attività sportiva, che guarda a caso si sono inventati gli svedesi, che consiste nel raccogliere ogni genere di rifiuti incontrato lungo il tragitto mentre si pratica attività sportiva. Il termine, infatti, è un neologismo, che ha origine dalla combinazione delle parole svedesi "plocka upp"  che significa "raccogliere" e jogging.

Il campionato del mondo di plogging in arrivo si aggiunge alle numerose iniziative di solidarietà da sempre proposte dal Keep Clean And Run, iniziativa dell’ecoatleta Roberto Cavallo, da sempre impegnato nella diffusione delle buone pratiche per salvaguardare l’ambiente e nella lotta al littering,

Se anche tu vuoi diventare un plogger le iscrizioni al campionato chiudono il 30 agosto 2020: ti basta compilare il modulo sul sito wedosport.net. Se sei un trail-runner, devi sapere che la disciplina con cui partecipi all’evento è valida come prova del campionato mondiale di plogging e sono previsti premi per i primi tre classificati di ogni categoria (uomini e donne under e over 45), oltre che per chi ha raccolto la maggior quantità di rifiuti in assoluto (uomo e donna).