Presto a Milano un nuovo murales antismog: l’iniziativa di Worldrise e Iena Cruz per sensibilizzare (e pulire) la città

Un grande murales colorato a tema marino a ottobre ricoprirà la facciata di un palazzo proposto dai cittadini di Milano. È la nuova iniziativa contro l’inquinamento di Worldwide Onlus, nell’ambito della quale lo street artist Iena Cruz realizzerà un’opera a tema marino su un muro meneghino, utilizzando una vernice che assorbe lo smog trasformandolo in aria pulita.
Sara Del Dot 9 settembre 2019

A ottobre, su un palazzo di Milano, apparirà un grande murales colorato a tema marino. Si tratta di un progetto dello street artist Federico Massa, in arte Iena Cruz, che assieme a Worldrise Onlus, associazione che si occupa della valorizzazione e della protezione degli ecosistemi marini, ha deciso di regalare al capoluogo lombardo un’opera d’arte bella, innovativa e soprattutto eco-friendly.

Il valore di questo dipinto dai colori accesi non sarà soltanto estetico, ma anche sociale e ambientale. Il murales sarà infatti realizzato utilizzando Airlite, una vernice speciale che si attiva con la luce, in grado di assorbire smog e inquinamento convertendoli in aria pulita, agendo quindi attivamente per migliorare la qualità della città. A Roma, nel quartiere Piramide, ne è già presente uno, chiamato "Hunting Pollution".  Mille metri quadri di arte giusta, nata che migliorare, raccontare, sensibilizzare e addirittura pulire l’aria che respiriamo.

L’iniziativa si inserisce nella campagna di Worldrise No Plastic More Fun, che mira a coinvolgere attivamente i cittadini nel miglioramento del luogo in cui vivono, attraverso consapevolezza e azioni concrete come l'eliminazione della plastica monouso dalla propria quotidianità.

Anche in questo caso, infatti, gli abitanti milanesi potranno partecipare attivamente alla creazione del murales, candidando entro il 15 settembre il proprio palazzo come tela per l’opera antismog. Allo scadere del termine per le candidature, verrà selezionato il muro più idoneo per ospitare il lavoro di Iena Cruz, che inizierà a realizzarlo entro i primi di ottobre.

L'iniziativa, poi, sarà seguita dalla nascita di diverse altre opere gemelle sui muri di vari luoghi del mondo, in modo da unire in questo ambizioso progetto a difesa del Pianeta tante città attraverso un sottile filo invisibile fatto di arte, consapevolezza e voglia di migliorare davvero la qualità della vita nei centri urbani.

Se vuoi candidare il tuo palazzo a diventare la tela del murales ecologico scrivi a candidailtuomuro@worldrise.org