Sai come scegliere il materasso più adatto per riposare bene?

In lattice, in memory foam, a molle insacchettate. Rigido o morbido, traspirante o anallergico. Scegliere un buon materasso non è un compito facile. Al momento dell’acquisto valuta quelle che sono le tue abitudini quando dormi, il tuo peso e, non da ultimo, lo stato di salute della tua schiena.
Gaia Cortese 2 Gennaio 2021

Per scegliere un materasso, devi provarlo. Proprio come faresti con un paio di jeans o un cappotto. Oltre a quelle che sono le tue abitudini, devi sapere che è soprattutto la prima impressione che conta. Prima di acquistarlo dovresti chiederti se preferisci dormire su un materasso morbido o rigido, quale posizione assumi di notte quando dormi, quale misura ti serve, ma provarlo è fondamentale.

Dalla scelta corretta o meno che farai per il tuo materasso, dipende la qualità del tuo sonno e quindi del tuo benessere psicofisico. A complicare le cose, sono poi le diverse le caratteristiche da valutare prima di qualsiasi acquisto. Sapevi, per esempio che lo spessore del materasso ha un ruolo fondamentale? Mai sceglierne uno che non raggiunge i 18 cm, perché lo spessore ideale varia da 22 a 26 cm.  E sapevi che sceglierlo in lattice, in memory foam o a molle, influisce sulla corretta posizione della colonna vertebrale?

Quanti modelli di materasso esistono?

Esistono quindi diversi tipi di modelli. I materassi a molle larghe, quelle più tradizionali, sono rigidi e adatti a sostenere persone con un certo peso; i materassi a molle insacchettate sono molto richiesti sul mercato perché garantiscono alla colonna vertebrale una posizione corretta, infatti, sostengono senza avvolgere. Ci sono poi i materassi realizzati in memory foam, ossia in un materiale termosensibile che si adatta perfettamente al corpo offrendo un elevato comfort; oppure puoi optare per i materassi che uniscono il sostegno delle molle con una soluzione memory; infine, ci sono i materassi in lattice che si adattano in maniera ottimale al corpo, garantiscono una posizione corretta della colonna vertebrale e favoriscono il rilassamento del corpo.

Come scegliere il materasso in base al peso

Prima di scegliere il materasso, un rivenditore preparato dovrebbe farti una domanda non poco sgradevole: quanto pesi? Già, perché chi per esempio pesa più di 90 kg dovrebbe scegliere un prodotto specifico con una capacità portante elevata, preferendo ai materassi in lattice, modelli a molle o di nuova generazione appositamente realizzati. Di solito è meglio orientarsi verso un materasso più rigido, in modo da non sentirsi sprofondare nel letto durante il sonno.

Se soffri di mal di schiena

Stesso discorso vale per chi soffre di problemi alla schiena, senza che tuttavia sia necessario dover ricorrere a materassi ortopedici, fortemente consigliati in passato, ma oggi superati da tecnologie più all’avanguardia. Il materasso ideale potrebbe essere un memory foam, o un connubio tra memory e molle indipendenti, ossia un materasso che garantisce una portanza medio morbida.

Il materasso ideale per i bambini

La scelta di un materasso per bambini deve rispondere a determinati requisiti, soprattutto in termini di portanza e sostegno. Nella fase della crescita, infatti, un buon materasso deve garantire un sostegno adeguato alla continua trasformazione fisica del bambino e deve poterlo accogliere in modo ergonomico. Ecco quindi che una struttura in memory garantisce proprio adattabilità ed ergonomia; tuttavia tende a scaldare e pertanto il materasso dovrebbe come minimo essere anche traspirante e possibilmente ipoallergenico. Vanno bene anche materassi a molle indipendenti o insacchettate, che sostengono senza avvolgere, garantendo alla colonna vertebrale una posizione corretta.

Quanto deve essere rigido il materasso?

La risposta alla domanda "quanto deve essere rigido un materasso?" è: abbastanza rigido per dare sostegno, ma non tanto rigido da risultare scomodo. L'aspetto più importante è che rispetti la naturale curvatura della colonna vertebrale. Se in passato si è creduto che un materasso duro fosse la migliore soluzione per la schiena, oggi è sempre più radicata la convinzione che la rigidità sia più che altro una questione di preferenza personale e di peso.