Thai fit, la versione fitness delle arti marziali: impara a dare calci e pugni a ritmo di musica

Un arte marziale praticata a ritmo di musica. La Thai fit sta spopolando in tutte le palestre perché non solo ti garantisce di tonificare braccia, gambe e glutei in modo armonioso, ma migliora la coordinazione, sviluppa resistenza e forza e soprattutto fa bruciare tantissime calorie.
Gaia Cortese 9 marzo 2019

Jennifer Aniston e Angelina Jolie non hanno solo in comune una love story più o meno breve con il sex symbol Brad Pitt. Le due attrici, se fossero in buoni rapporti, potrebbero condividere anche una passione per le arti marziali, in particolare per la Thai fit. Nel mondo del fitness non stupisce veder nascere da un giorno all’altro un nuovo metodo per allenarsi, attrezzi più o meno innovati per tonificare i muscoli, e formule combo che mischiano una disciplina all’altra. Quest’ultimo è il caso della Thai fit, ossia un nuovo metodo di allenamento per fare fitness a ritmo di musica, in cui si alternano sequenze di arti marziali al sacco a movimenti a corpo libero.

In pratica la Thai fit simula un combattimento senza però il contatto fisico, è divertente perché fatta a ritmo di musica e in un’ora di lezione si possono consumare fino a 700 calorie.

I benefici della Thai fit

La Thai fit porta con sé tutti i vantaggi che porterebbe la pratica di una qualsiasi arte marziale: non solo sviluppa la forza, ma migliora l’equilibrio e la coordinazione. La Thai fit allena poi la rapidità dei movimenti così come la prontezza dei riflessi. Altro punto di forza di questo allenamento è che coinvolge ogni parte del corpo, per cui un allenamento costante garantisce muscoli tonificati in modo armonioso (anche dal punto di vista estetico!)

Tipi di Thai fit

La Thai fit può avere determinate caratteristiche a seconda dello sport con cui si mescola. È possibile allenarsi in acqua, prendere spunto dallo Shaolin, dal Kung Fu e dal Karate o mescolare tra loro sport da ring come la boxe, la Kick Boxing o il Muay Thai.

Thai Fit Water

Allenati al sacco o a corpo libero immerso nell’acqua di una piscina e quello che stai facendo è Thai Fit Water. Il bello di questo allenamento è che le articolazioni sono poco stressate per effetto dell’acqua; oltretutto questo allenamento è ideale se vuoi contrastare la cellulite, perché l’acqua esercita sul corpo un massaggio che migliora la circolazione sanguigna e attiva il sistema linfatico.

Thai Fit Shao

Quando la Thai fit prende invece spunto dallo Shaolin, dal Kung Fu e dal Karate possiamo chiamarla Thai Fit Shao. Questo tipo di allenamento ripropone i movimenti che si ispirano agli animali come la presa dell'aquila, il taglio del serpente o il graffio della tigre. Si tratta di un tipo di allenamento che coinvolge tutto il corpo, ideale per sviluppare la resistenza perché richiede cambiamenti rapidi di posizione in maniera continuativa.

Thai Fit Combat

Boxe, Kick Boxing e Muay Thai abbinati insieme senza l'utilizzo del sacco danno vita al Thai Fit Combat. Se cerchi un'attività fisica che ti renda più agile, questo workout è l'ideale perché allena la prontezza dei riflessi, la velocità dei movimenti e la coordinazione in generale.

Come tonificare le gambe con la Thai fit

Se vuoi rassodare cosce, glutei e polpacci prova questo esercizio di Thai fit. Assumi la classica posizione di guardia del Karate. Metti la gamba sinistra davanti a te e quella destra indietro; solleva le braccia portando una mano davanti all’altra con i pugni chiusi. Alza il piede destro da terra e porta la gamba in avanti toccando con il ginocchio le mani. Torna nella posizione di partenza e ripeti l’esercizio per 8 volte. Poi cambia lato e fai lo stesso con l’altra gamba. Dovresti ripetere questa sequenza almeno tre volte.

Come tonificare le braccia con la Thai fit

Per rassodare e rinforzare braccia e spalle prova questo esercizio. In piedi, dai un pugno con il braccio sinistro, assumendo la posizione del cavaliere del Kung Fu (simile a uno squat, con le gambe leggermente divaricate). Da questa posizione distendi le gambe e dai un altro pugno con il braccio destro. Poi, piegando le ginocchia, riabbassati. Prova a fare almeno 3 ripetizioni di questo esercizio, per almeno 10 volte. Il risultato è garantito.