Uno studente africano ha costruito un’auto a impatto zero utilizzando materiali di scarto

L’Imagination Car è un’auto a zero emissioni in grado di raggiungere i 15 km/h che può essere utilizzata anche dalle persone disabili o da chi ha problemi motori.
Video Storie 8 Novembre 2022

Ha costruito questa macchina a energia solare con le sue mani usando solo materiali di scarto e rifiuti recuperati dalle discariche della Sierra Leone. Lui si chiama Emmanuel Alie Mansari, ha 26 anni ed è originario della capitale, Freetown, e questa è la sua Imagination Car: un’auto a zero emissioni in grado di raggiungere i 15 km/h e che, grazie ai comandi posti sullo sterzo e all’assenza di pedali nell’abitacolo, può essere utilizzata anche dalle persone disabili o da chi ha problemi motori.

"Amo la creatività, amo creare cose partendo da zero – racconta Emmanuel – Sin da quando ero un bambino raccoglievo questi oggetti dalla spazzatura e usavo le mie conoscenze per dare origine a nuovi oggetti". Studente di geologia e, come si definisce lui stesso, “inventore autodidatta”, Emmanuel ha dato vita al suo sogno non solo per offrire ai suoi concittadini un mezzo ecologico ma per contribuire, nel suo piccolo, a risolvere una delle principali cause di morte della sua nazione: le malattie respiratorie causate dai gas nocivi e dai fumi delle vecchie auto che circolano per le strade.

"La maggior parte delle auto della Sierra Leone sono alimentate da combustibili fossili dannosi per l’ambiente e per le persone, spesso bambini, che muoiono a causa di patologie del sistema respiratorio. Per questo ho voluto creare questa macchina, l’Imagination car ". Per sviluppare la sua idea ha preso spunto dal funzionamento di una sedia a rotelle elettrica e, dopo tre anni di studio, ha replicato le sue funzionalità sul suo prototipo a energia solare dando una seconda vita a componenti elettrici abbandonati, canne di bambù e vecchi fili in disuso, inserendo tutti gli elementi tipici delle auto, come fanali, sportelli, frecce e specchietti retrovisori.

Alimentata da un pannello solare che funge anche da tettuccio, l’Imagination car è in grado di muoversi grazie a un sistema di ingranaggi artigianale e a un motore che riceve gli input esclusivamente dai comandi dello sterzo: la frizione, il freno e l’acceleratore. Dopo questo primo progetto, Emmanuel ha sviluppato altre soluzioni ad alto impatto sociale per la sua comunità, come un triciclo per persone disabili e un prototipo di lampada a energia solare portatile,  mostrando a tutti che, passo dopo passo, è possibile raggiungere anche gli obiettivi più complessi.