Antiossidante, rivitalizzante e soprattutto rilassante: le proprietà dell’olio essenziale di bergamotto

Le pratiche qui descritte non sono accettate dalla scienza medica, non sono state sottoposte a verifiche sperimentali condotte con metodo scientifico o non le hanno superate. Queste informazioni hanno solo un fine illustrativo.
Vitaminizzante, antiossidante e rivitalizzante. All’olio essenziale di bergamotto vengono riconosciute diverse proprietà benefiche per l’organismo, ma soprattutto sembra avere un’azione rilassante sull’organismo. Un ottimo antistress da provare per ritrovare la calma.
Gaia Cortese 8 Novembre 2021

Ricavato da una pianta della famiglia delle Rutaceae, la Citrus bergamia, l’olio essenziale di bergamotto è conosciuto per le sue proprietà benefiche, nelle specifico per le sue proprietà calmanti, antiossidanti e antinfiammatorie.

L’olio essenziale di bergamotto viene ricavato dalla spremitura a freddo della buccia del frutto quasi maturo e viene impiegato in aromaterapia proprio per le sue proprietà. il frutto della pianta del bergamotto ha una forma tondeggiante ed è di colore verde, solo quando raggiunge la maturazione diventa giallo, più simile a una piccola arancia che a un limone, e composto da tre specifiche parti: la buccia (esocarpo) ricca di piccole cavità (otricoli) piene dell'olio essenziale; il mesocarpo, che si trova sotto la buccia ed è un tessuto abbastanza compatto  e di colore bianco tendente al giallo; la polpa (endocarpo) divisa in poco più di una decina di spicchi che contengono i semi.

Dove è coltivato il bergamotto

Sono soprattutto le aree del Mediterraneo l’ambiente ideale per poter coltivare il bergamotto e nello specifico, è sul litorale di Reggio Calabria che si concentra il 90 per cento della produzione mondiale di questo pregiato agrume che, non a caso, viene chiamato l’oro verde della Calabria. La coltivazione di questo frutto in questa zona risale già al Settecento ed e sempre qui che nell’Ottocento è stata documentata la prima estrazione dell’olio essenziale di bergamotto.

Proprietà

Considerato da sempre un rimedio popolare per curare diversi disturbi e malanni, l’olio di bergamotto ha un elevato contenuto di vitamina C e di alcune vitamine del gruppo B (B1 e B2), in grado di migliorare l’assorbimento del ferro; per questo motivo, l'olio essenziale di bergamotto può essere utile in casi di anemia. In ogni caso, quest'olio è particolarmente ricco di flavonoidi che sembrano avere un’azione molto simile a quella delle statine di sintesi, ovvero bloccare gli enzimi della sintesi del colesterolo.  A sostenerlo è uno studio, non troppo recente, pubblicato sul Journal of Natural Products.

Le proprietà antiossidanti e antibatteriche dell'olio essenziale di bergamotto si devono invece ai flavonoidi che contiene. la ricerca scientifica ha evidenziato, infatti. come la buccia del bergamotto sia una potenziale fonte di antimicrobici naturali attivi contro alcuni  batteri.

Controindicazioni

Esistono tuttavia alcune controindicazioni all'utilizzo dell'olio essenziale di bergamotto: è fototossico. Una volta applicato sulla pelle (è impiegato anche nel settore della cosmesi) occorre evitare di esporsi al sole. esposizioni solari. A parte questo aspetto, l'olio essenziale di bergamotto è atossico e non può considerarsi irritante.