Bike to Shop, a Parma se arrivi in negozio con la bicicletta hai diritto a uno sconto

L’iniziativa permette a chi si sposta in bici per fare i propri acquisti di usufruire di uno sconto indicativo del 5-10% su prodotti selezionati nel circuito di negozi aderenti (circa un centinaio al momento). Un modo per promuovere l’utilizzo di questo mezzo ecologico, ma anche per riscoprire i negozi tradizionali e di vicinato della città di Parma.
Federico Turrisi 7 ottobre 2020

Una città per dirsi sostenibile (o "smart", se preferisci questo termine) deve essere prima di tutto una città a misura di bicicletta. Senza per forza arrivare ai livelli di olandesi e danesi, che in questo sono i primi della classe, ognuno di noi può dare il suo piccolo contributo per una rivoluzione della mobilità cittadina, semplicemente pedalando. Per esempio, potresti usare la bici per andare a fare shopping, no? Proprio per incentivare l'uso di questo mezzo di trasporto a impatto zero e allo stesso tempo coinvolgere i negozi tradizionali e di vicinato della città a Parma è nata Bike to shop. L'iniziativa è promossa dalla sezione parmigiana di Fiab (Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta) e realizzata in collaborazione con Ascom Parma, Confesercenti Parma, CNA Parma e con il patrocinio del Comune di Parma.

Di che cosa si tratta? Semplice. Coloro che si recheranno a fare acquisti in bici in uno dei negozi aderenti – riconoscibili dall'etichetta adesiva posta sulla vetrina: la lista completa è consultabile sul sito www.biketoshop.it oppure sui canali di comunicazione dei partner del progetto – potranno infatti usufruire di uno sconto indicativo del 5-10%. Ai clienti basterà mostrare la tessera Fiab, la tessera Mi Muovo del Comune di Parma oppure dimostrare di aver parcheggiato la propria bicicletta di fianco al negozio. Ad oggi gli esercizi commerciali aderenti sono oltre un centinaio. Chiunque volesse aggiungersi può farlo contattando la rispettiva associazione di categoria.

Inoltre, Fiab Parma si sta impegnando a dare supporto per l’installazione di rastrelliere che rendano più difficile i furti, invitando il Comune emiliano ad incrementare il loro numero in città e nel centro storico. Riscoprire il piacere di fare la spesa in piccoli punti vendita (dove di solito si punta alla qualità del servizio e alla familiarità con il cliente) e vivere l'ambiente urbano in maniera più sostenibile: quale connubio migliore.