Calisthenics: pro e contro dell’allenamento che si basa su esercizi a corpo libero

Serve un po’ di pazienza, ma i risultati in termini di tonificazione e dimagrimento dà sicuramente notevoli risultati. Come ogni attività sportiva ha i suoi pro e i suoi contro. Vediamo quali sono.
Gaia Cortese 10 Aprile 2022

Hi sentito parlare di calisthenics, ma non sai esattamente di cosa si tratta? Ne abbiamo parlato in questo articolo, spiegando come il calisthenics sia un sistema di allenamento a corpo libero che, attraverso specifici esercizi e movimenti, punta ad aumentare la forza, la resistenza, l’equilibrio e la flessibilità del corpo.

Il calisthenics allena il corpo in maniera armoniosa, è adatto a tutti e a tutte le età. Qui ne valuteremo pro e contro, così da chiarire quali possano essere i vantaggi e gli svantaggi di questa tipologia di allenamento, prima di decidere di intraprenderla.

Vantaggi del calisthenics

Nessuna attrezzatura

Trattandosi di un allenamento a corpo libero, per allenarti con il metodo calisthenics, non hai bisogno di alcun attrezzatura. L’unico attrezzo che potresti dover acquistare è una sbarra per trazioni da montare a una porta di casa, ma una volta sostenuta questa spesa, non ce ne sono altre a cui pensare; di certo questa spesa non ha nulla a che vedere con quello che può essere il costo di un'iscrizione in palestra. Da qui, infatti, l'evidente vantaggio economico (zero spese) di intraprendere questo piano di allenamento.

Ti alleni dove vuoi

Con il calisthenics puoi allenarti dove vuoi: in palestra, a casa, all’aperto. quello di cui hai bisogno è solo un abbigliamento fitness comodo e traspirante. Altro vantaggio è che non puoi più usare la mancanza di tempo  come scusa per non allenarti, puoi infatti farlo comodamente tra ke quattro mura domestiche.

Fa dimagrire

Con un allenamento costante, fatto almeno tre volte a settimana, il calisthenics può anche aiutarti a dimagrire. Si tratta di un allenamento che coinvolge tutte le fasce muscolari e che oltre a tonificare, ha anche una funzione brucia grassi. Ovviamente, l'esercizio fisico deve essere sempre accompagnato da una dieta ipocalorica bilanciata.

Adatto a tutti

Nel calisthenics si parte da esercizi semplici per arrivare a quelli più complessi, sessione dopo sessione. È un'attività adatta a tutti perché permette di procedere passo dopo passo, sulla base dei progressi di ogni singolo soggetto. Affrettare i passi sarebbe solo controproducente, soprattutto quando lo scopo principale di questa attività è sviluppare forza e flessibilità  di muscoli e articolazioni, senza correre il rischio di farsi male.

Migliora la coordinazione

Il calisthenics permette di migliorare la coordinazione, ovvero la capacità di compiere movimenti, semplici e complessi, attraverso la perfetta sinergia dei vari gruppi muscolari al fine di ottenere una sequenza fluida, un movimento preciso con il minor dispendio energetico possibile, ovvero evitando sforzi muscolari inutili.

Svantaggi del calisthenics

Difficoltà con i carichi di lavoro

Essendo un allenamento a corpo libero, non è facile controllare il carico di lavoro, soprattutto se non si ha una buona conoscenza della biomeccanica (cosa che ragionevolmente non ci si aspetta da tutti),

Sempre per il motivo per cui con il calisthenics non è facile controllare il carico di lavoro, ne consegue che allenarsi con l’obiettivo di aumentare la massa muscolare potrebbe creare qualche disillusione. Oltretutto con il calisthenics non si lavora in maniera isolata su una fascia muscolare, per cui è chiaro che certi risultati saranno più raggiungibili con un utilizzo mirato di pesi e manubri,

Serve un po' di pazienza

Con il calisthenics bisogna mettere in conto un po’ di pazienza proprio perché come attività si basa sulle capacita fisiche dell’atleta, capacità che devono essere allenate e pertanto ci vuole del tempo. Dal momento che non è detto che si possano eseguire fin da subito alcuni esercizi, è necessario rispettare i propri tempi, senza forzare il corpo nella maniera più assoluta, per non aumentare il rischio di farsi male e procurarsi quindi un infortunio. Se quindi dovessero esserci dei momenti di stallo vanno interpretati come momenti utili per consolidare i risultati raggiunti per poi poter fare ulteriori passi in avanti.