Insonnia: i rimedi naturali per provare a prendere sonno senza dover per forza contare le pecore

Le pratiche qui descritte non sono accettate dalla scienza medica, non sono state sottoposte a verifiche sperimentali condotte con metodo scientifico o non le hanno superate. Queste informazioni hanno solo un fine illustrativo.
È capitato sicuramente anche a te almeno una volta di andare a letto ma non riuscire ad addormentarti a causa di stress, tensione e preoccupazioni assorbite nel corso della giornata. L’insonnia, però, se frequente, può causare diversi problemi fisici e mentali, che rischiano di compromettere la qualità della vita. Ecco alcuni rimedi naturali a cui puoi ricorrere per dormire meglio.
Sara Del Dot 28 Ottobre 2018

Finalmente la tua giornata si è conclusa. Hai lavorato dalla mattina alla sera, sei tornato a casa, hai cenato e adesso vuoi solo andare a dormire. Ma, una volta sotto le coperte, qualcosa non va. Sei molto stanco, ma inspiegabilmente non riesci a prendere sonno. Ti giri e rigiri nel letto decine di volte, guardi il soffitto, conti le pecore. Il tuo corpo non ne vuole sapere di rilassarsi lasciandoti scivolare tra le braccia di Morfeo, e percepisci la tensione e lo stress della giornata che tornano fuori abbracciando i tuoi muscoli e la tua testa. Cominci ad agitarti chiedendoti cosa ti stia succedendo, ma con ogni probabilità si tratta di insonnia.

Cos’è l’insonnia

Soffrire di insonnia significa non riuscire ad addormentarsi oppure dormire male e in modo insufficiente. È un vero e proprio disturbo che rende il nostro sonno leggero, di scarsa qualità e, al mattino, ci fa sentire di non esserci riposati abbastanza. Sono molte le persone che ne soffrono, a causa dei ritmi di vita stressanti a cui sono sottoposte nel corso delle loro giornate. Questo problema incide molto sulla qualità della vita, e va gestito e curato al più presto e in modo efficace, prima che i sintomi diventino cronici e aggravino la salute psico-fisica di chi ne è affetto, compromettendone la vita.

Cause dell’insonnia

Lo stato di insonnia, o comunque di difficoltà nel dormire, può essere causato da vari fattori, il più delle volte assimilabili a condizioni psicofisiche stressanti. Infatti, vivere nella società contemporanea ci immerge spesso in un perpetuo stato di allarme e tensione, sia mentale che muscolare, aumentando lo stress e l’agitazione. Tutto questo provoca un aumento del battito cardiaco e una reattività nervosa poco salutari per l’organismo soprattutto in quel momento della giornata in cui dovremmo essere completamente rilassati e pronti per rigenerare i nostri equilibri fisici e mentali. Sicuramente, poi, non aiuta l’assunzione di alcol, sostanze eccitanti come il caffè e l’abuso di nicotina e tabacco.

Conseguenze dell’insonnia

Il sonno incide moltissimo sulla nostra vita. La sua qualità definisce indiscutibilmente quella della giornata che inizieremo la mattina seguente, dal momento che è proprio durante la notte che recuperiamo tutte le funzioni del sistema nervoso e dell’organismo in generale. E non dormire, o non dormire bene, a lungo andare può provocare forte stress, agitazione, nervosismo, perché le energie che continui a spendere nel corso della giornata non vengono recuperate a sufficienza. È una sensazione terribile. Fai fatica a concentrarti, diventi suscettibile, ti innervosisci con niente. E tutto perché non hai dormito abbastanza. A lungo andare, inoltre, la stanchezza diventa cronica, la tensione muscolare può portare dolori alle articolazioni, il poco recupero delle forze può provocare un rallentamento generale degli organi interni e del metabolismo, con conseguenze anche gravi come ulcera e colite.

Rimedi naturali per l’insonnia

Se soffri di insonnia, oppure ogni tanto ti capita di non riuscire ad addormentarti come vorresti, la prima cosa che mi viene da consigliarti è provare a sistemare alcuni dettagli del tuo stile di vita. Infatti, uno stile di vita sano, che prevede attività fisica e una corretta alimentazione sicuramente può aiutarti a dormire meglio. Cerca di fare sport, in modo da stancare il tuo corpo ed eliminare stress e tensione, magari aggiungendo anche qualche esercizio di yoga e di corretta respirazione per rilassarti. Assicurati di avere un materasso e un cuscino comodi e adatti alle tue esigenze, oltre a un ambiente notturno silenzioso che ti metta completamente a tuo agio. Inoltre, cerca di andare a dormire sempre alla stessa ora, possibilmente prima di mezzanotte, creando un buon equilibrio sonno-veglia, evitando spuntini pesanti appena prima di coricarti. Se questi piccoli accorgimenti ancora non dovessero funzionare, e tu ancora non riesci ad addormentarti subito o facilmente, ma non vuoi ancora arrivare ad assumere qualche soluzione farmacologica, ci sono un bel po’ di rimedi naturali, facilmente reperibili in erboristeria, su cui puoi fare affidamento. Vediamone alcuni:

  • Camomilla: migliora l'umore, abbassa i livelli di ansia e ha un effetto calmante. Lavora bene con i ricettori di benzodiazepine, principi attivi che inducono dolcemente il sonno.
  • Escolizia: chiamata anche “papavero dorato”, ha proprietà sedative e antispasmodiche. Normalizza la pressione riducendo l’attività nervosa cardiaca.
  • Melissa: indicata per la tensione nervosa che colpisce il sistema muscolare. Le sue foglie sono calmanti e rilassanti per i muscoli, è quindi perfetta in situazioni di stanchezza e nervosismo eccessivo.
  • Passiflora: le sue foglie hanno un’azione ansiolitica e sedativa, stimolando il sonno agendo su ansia, angoscia, stress e nevrosi.
  • Tiglio: usata per combattere stati d’ansia e calmare l’attività nervosa. Ha un’azione anti-spasmodica e lenitiva che agisce sull’attività cerebrale di soggetti ansiosi e iper-eccitabili senza però presentare controindicazioni o effetti negativi sulle capacità cognitive.
  • Luppolo: ha un’azione spasmolitica e sedativa del sistema nervoso centrale. Le sue proprietà sedative aiutano a calmare i nervi e favorire il sonno, oltre a diminuire l’irritabilità e l’agitazione notturna.
  • Valeriana: è considerata la pianta per combattere l’insonnia per eccellenza, grazie alle sue proprietà sedative, rilassanti e ipnoinducenti. Infatti, riduce il tempo di addormentamento e le probabilità di svegliarsi nel corso della notte, oltre a rilassare muscoli e testa.