La riflessologia facciale vietnamita: i benefici per i bambini e gli adolescenti

Se ne è parlato a Roma in occasione della prima giornata del Festival dell’Oriente. La riflessologia facciale vietnaminta, o Dien Chan, è un trattamento utile per alleviare diversi disturbi, non solo fisici, ma anche quelli di tipo comportamentale, così frequenti dal periodo dell’infanzia alla più complessa adolescenza.
Gaia Cortese 4 Maggio 2019

La crescita. Un’evoluzione lenta, ma costante, che condiziona bambini e adolescenti e che porta spesso con sé qualche fastidio. Si parla di veri e propri dolori di crescita che interessano almeno il 10-20% dei bambini dai 4 ai 12 anni di età: dolori alle gambe o dietro le ginocchia, più raramente alle braccia. Episodi brevi che possono durare al massimo una decina di minuti. Dolori che non si riescono a spiegare perché la causa è ancora sconosciuta, ma che è stato evidenziato come possano essere più frequenti in determinati periodi di stress nei bambini più emotivi. Il dolore si risolve in maniera spontanea, ma alcuni metodi naturali come la riflessologia facciale possono aiutare ad alleviare questi disturbi.

La riflessologia facciale

Avevamo già parlato della riflessologia facciale vietnamita, o Dien Chan, quando il Festival dell’Oriente aveva fatto tappa a Milano. Adesso è la volta di Roma e in questa occasione si parla sempre di riflessologia facciale, ma applicata ai bambini.

Sebbene sia interessata principalmente al volto, la riflessologia facciale si estende a tutto il corpo, non solo con effetti sui problemi fisici, ma anche sugli aspetti mentali ed emotivi della vita, arrivando a migliorare tutti i livelli energetici. Sei un po’ scettico? Prova a pensare al semplice, ma ormai più che diffuso, massaggio infantile: bambini che già a partire dai 2 mesi di età vengono massaggiati in tutto il corpo dalle loro mamme. E ci sono proprio corsi per imparare a farlo!

Le corrispondenze del corpo sul viso

Il professore vietnamita Bui Quoc Chau, a cui si deve l'origine di questa pratica, aveva individuato determinate corrispondenze tra il viso e il corpo: la testa si trova sopra il naso e la radice del naso corrisponde alla cervicale; la spina dorsale si innalza dal bacino, perciò viene rappresentata dal naso stesso con le sue curve; le spalle si allungano con le braccia lungo le sopracciglia, mentre sulle tempie troviamo le mani; le natiche e il bacino sono rappresentati dalle narici; le cosce e le gambe si trovano ai lati della bocca con le ginocchia ai lati delle labbra; i piedi si riuniscono a livello del mento, con le dita ordinate sul bordo della mandibola.

Problemi comportamentali nei bambini

Al di là dei dolori di crescita che ti ho citato prima, molto bambini hanno problemi anche comportamentali e di apprendimento che possono essere trattati in modo diverso, ma in questo caso, anche con la riflessologia facciale. Oltretutto, non avendo controindicazioni di sorta, la riflessologia facciale è indicata proprio per tutti.