Meditazione facile per tutti: ti basta un minuto per ritrovare l’equilibrio

Meditare in auto quando sei imbottigliato nel traffico, dal medico mentre fai la fila per le ricette, quando il pupo piange e tua suocera non fa che lamentarsi, in metropolitana o persino al bar. Per un minuto. Puoi disconnetterti da tutto per un minuto, e ritrovare calma, serenità, equilibrio. Impossibile? No, se sai come fare…
Paola Perria 4 marzo 2019

Se pensi che la meditazione sia una roba per monaci che non hanno nulla da fare durante il giorno tranne che starsene seduti ad occhi chiusi, questo video è per te. Se pensi che per meditare debba avere un sacco di tempo a disposizione, una casa silenziosa, nessun figlio sotto i 6 anni, e naturalmente non un lavoro stressante, non la spesa da fare, le bollette da pagare e il bagno da pulire… questo video fa assolutamente per te.

Quanto tempo pensi che ti ci voglia per meditare? Ma soprattutto, cosa significa meditare? Originariamente la meditazione (dhyana in sanscrito, zen nella trascrizione giapponese), significa appuntare l’attenzione su un singolo oggetto (reale o immaginario) e mantenervi la concentrazione in modo da liberare la mente da qualunque altro pensiero. Serve a raggiungere il distacco, che è la via della pace interiore. Va praticata in un ambiente silenzioso, con un sottofondo di musica rilassante, per un tempo che va da un minimo di 5 minuti ad un massimo di 15-20 al giorno. I benefici – dicono – sono tantissimi. Si allenta lo stress, si dorme meglio, si dimagrisce, ci si ammala di meno e si fa persino meglio l’amore…

Ma – ti sento borbottare – come faccio a ritagliarmi un quarto d’ora di tranquillità per fare ‘sta cosa, con i bambini da portare a scuola, il telefono che non smette di mandarmi notifiche, il capo che mi dà il tormento, il cane depresso e la suocera petulante che piomba a casa nei momenti meno opportuni?

Si può. Ti basta un minuto. Guarda il video e dimmi se non ti riconosci. Sei tu: con il pupo in braccio che non vuole dormire, in ufficio con la posta elettronica da smaltire e le pratiche che si accumulano, in piedi nella metro delle 8 del mattino, piena come un uovo, in fila alla cassa mentre hai la macchina in doppia fila…

E dimmi se non sei in grado anche tu, come il protagonista di questo delizioso video, di ritagliarti un minuto – 60 secondi – del tuo tempo, per “spegnere” la radio che hai in testa, isolarti dal mondo e ritrovare te stesso. E quando, tra il 20mo e il 40mo secondo, sentirai la tua attenzione distratta dai soliti pensieri molesti, ti basta emettere un semplice “mmmh”, per ritrovare la concentrazione.

Io ti dico solo: prova. Se non ci riesci bene, non ti affliggere. Vorrà dire che la meditazione non è per te, neppure quella fast.

Ma… se invece ci riesci?