Paola Perria

82

Figlia degli anni “di piombo”, ma “leggera” per vocazione, nasco in Sardegna, dove vivo per scelta e per necessità. Isolana fin nel midollo, indipendente nel pensiero, femminista dall’asilo, divento giornalista pubblicista nel 2009, e dopo la maturità classica mi laureo tardivamente in Lingue e Comunicazione, non prima di aver intrapreso strade diverse rivelatesi utili solo ad arricchire la mia esperienza di vita (ma non il mio CV).

Sempre più convinta che scrivere sia la mia passione e il mio dono, ma che la “mia” battaglia sia quella per l’equità di genere, conseguo con il massimo dei voti il master in Gender Equality con tesi sulla Medicina di genere.

Amo leggere in modo compulsivo e raccontare storie soprattutto quando la luce è così tenue da accendere l’immaginazione; amo il cinema, i documentari, la fiction fatta bene. E amo tutto ciò che è semplice, puro e incontaminato, come certi angoli della mia terra. Come il mondo che vorrei.