Non solo per esperti: ecco la ricetta per fare le pastiglie per la lavastoviglie

Sodio citrato, borace, carbonato e percarbonato di sodio. Sono tutti ingredienti che puoi trovare facilmente in commercio e che ti consentono di autoprodurre in maniera ecologica delle efficaci pastiglie per i lavaggi della tua lavastoviglie: così non inquini e preservi la tua salute da eventuali residui su piatti e bicchieri di sostanze chimiche.
Rubrica a cura di Gaia Cortese
16 Agosto 2019

Hai mai pensato di poter autoprodurre le pastiglie da usare nella lavastoviglie? Ci sono più ricette e modalità per farlo, ma il risultato è garantito. Il principale motivo per farlo è quello di proteggere l'ambiente dall'inquinamento causato dalle sostanze chimiche e la nostra stessa salute (pensa al residuo che i detersivi possono lasciare su piatti e bicchieri).

Per l'autoproduzione ti serve innanzitutto uno stampino per i cubetti del ghiaccio, proprio per dar forma alle tue pastiglie: accertati prima che siano della dimensione giusta per entrare nell'apposito sportellino della tua lavastoviglie. Di seguito trovi due ricette, una per esperti perché prevede di utilizzare più ingredienti (tutti disponibili in commercio) e di pesarli, l'altra per principianti perché consente di farsi un'idea delle dosi con una tazza che corrisponda a circa 150 grammi di prodotto (un po' secondo la modalità "cup recipes" di alcune ricette americane).

Tra gli ingredienti utilizzati per l’autoproduzione troverai: il sodio citrato, utile per togliere il calcare dell’acqua, il carbonato di sodio, un ottimo detergente che aiuta a sgrassare bene le stoviglie, il percarbonato di sodio per igienizzare e il sodio borato (o borace), un detergente e disinfettante che puoi acquistare in farmacia.

La ricetta per esperti

Ingredienti:

  • 400 ml di sodio citrato
  • 400 gr carbonato di sodio
  • 150 gr percarbonato di sodio
  • acqua demineralizzata
  • 15 gocce di olio essenziale al limone

Procedimento
Mescola il carbonato, il percarbonato di sodio e il sodio citrato, e addiziona il tutto con dell’acqua demineralizzata se vuoi rendere il composto leggermente più fluido. Aggiungi alcune gocce di olio essenziale al limone e mescola bene. Prendi poi degli stampini per il ghiaccio in silicone e versa al loro interno il composto ottenuto. Le pastiglie devono solidificarsi e per questo occorrono almeno due o tre giorni. Una volta pronte, togli le pastiglie dagli stampini e mettile in un contenitore di plastica o in un sacchetto: a questo punto sono pronte per essere utilizzate.

La ricetta per principianti

Ingredienti:

  • 2 tazze di carbonato di sodio
  • una tazza di sodio borato
  • mezza tazza di sale grosso
  • mezza tazza di aceto di vino bianco
  • 20 gocce di olio essenziale di limone (o una tazza di succo di limone)

Procedimento
Mescola il carbonato di sodio, il sodio borato e il sale grosso, aiutandoti con una mezza tazza di aceto di vino bianco che dovrebbe rendere il composto più fluido. Inizialmente l’aceto potrebbe causare una leggera effervescenza, ma è assolutamente normale. Il composto potrebbe anche tendere a formare molti grumi, ma non preoccuparti, anche questo è tutto normale.

Una volta ottenuto un composto pastoso, devi dargli la forma di una pastiglia: utilizza quindi lo stampino per i cubetti di ghiaccio, riempilo e pressa bene il composto, perché il detersivo che formerà la pastiglia sia il più possibile compatto. Appena pronte le pastiglie, mettile ad asciugare al sole per almeno 24 ore. Non appena indurite ed essiccate, le pastiglie possono essere rimosse, pronte all'uso da conservare in un contenitore chiuso.

Questo articolo fa parte della rubrica
Con il segno zodiacale dei Gemelli, non potevo avere come unica passione quella della scrittura. Al piacere di spingere freneticamente tasti altro…