Quali integratori possono essere utili in primavera: 5 nutrienti per recuperare le energie

Il cambio di stagione e il passaggio al caldo primaverile e ai nuovi ritmi può causare disagio in alcune persone, provocando stanchezza, insonnia, mal di testa e altri sintomi tipici. Alcuni integratori potrebbero essere utili nell’affrontare la stanchezza primaverile, vediamo insieme quali.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Ohga
27 Marzo 2024 * ultima modifica il 27/03/2024

L'arrivo della primavera provoca, in alcune persone, una dose di stanchezza aggiuntiva; questo principalmente a causa dei ritmi che si alterano, le giornate si allungano, così le ore di luce, modificando i ritmi del sonno e della veglia. Ci sono alcuni nutrienti e integratori che possono aiutare ad avere più energie anche durante il cambio di stagione. Vediamo quali:

Perché gli integratori possono essere utili

Con l’arrivo della bella stagione e ore di luce si allungano, i ritmi variano, e presto le temperature si alzeranno: questo si traduce in una perdita più importante di sostanze nutritive per il nostro organismo. Temperature più alte e maggiore umidità comporteranno più stress per il nostro corpo, che dovrà utilizzare e riserve di nutrienti ed energia in più per cercare di mantenere l’organismo correttamente in funzione.

Per questo motivo assumere preventivamente degli integratori possono aiutare il nostro organismo a mantenersi nella giusta funzionalità, stressandosi meno e mantenendo le giuste quantità di energia di cui necessita. Quali sono gli integratori che possiamo assumere?

Vitamina A

Gli integratori di vitamina A possono essere utili in quanto la vitamina aiuta la pelle a proteggersi dai rischi dell’esposizione ai raggi UV. Inoltre è un buon antiossidante e aiuta a supportare il sistema immunitario.

Vitamina D

L’importanza della vitamina D per il nostro corpo è ormai risaputa, soprattutto riguardo la salute delle ossa e dei muscoli, nonché il supporto al sistema immunitario. È importante assumerne a sufficienza ed approfittare dell’esposizione solare che la buona stagione permette, per riuscire a reintegrarne la giusta quantità.

Vitamina C ed E

La vitamina C, oltre ad avere un’importante funzione antiossidante, aiuta il corpo a regolare il calore, migliorando la produzione di collagene, molto importante per mantenere la pelle sana e protetta dai danni causati dal sole. Anche la vitamina E aiuta a proteggere la pelle dai danni del sole, oltre a liberare il corpo delle impurità e ad aumentare la forza muscolare e la resistenza fisica, riducendo i danni muscolari.

Vitamine del gruppo B

Le vitamine del gruppo B svolgono un’ampia gamma di funzioni per il nostro organismo, tra qui il mantenimento dei giusti livelli di energia. In particolare la B1, B2 e B3 mantengono sano il sistema nervoso, mentre B6 e B12 supportano la produzione di globuli rossi, oltre a fornire anch’esse supporto nel corretto funzionamento del nostro sistema nervoso. Le vitamine del gruppo B vengono facilmente perse a causa della sudorazione corporea, quindi è importante reintegrarle nei mesi più caldi.

Zinco e selenio

Zinco e selenio sono due minerali che svolgono entrambi funzioni essenziali per il nostro organismo, rafforzano il sistema immunitario, proteggendo il sistema cardiovascolare, contribuendo al benessere di capelli e unghie e stimolando il metabolismo degli ormoni tiroidei. Inoltre il selenio protegge dai radicali liberi e rallenta i processi di invecchiamento.

Magnesio e potassio

Magnesio e potassio contribuiscono al benessere del sistema nervoso e muscolare, trasformando i nutrienti in energia, per questo motivo sono particolarmente indicati nel combattere la stanchezza, i crampi muscolari, la spossatezza e la sonnolenza, da assumere soprattutto nei periodi di elevata sudorazione.

Laureata in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli studi di Pavia, ha svolto periodi di formazione in ospedali universitari della Comunidad altro…
Le informazioni fornite su www.ohga.it sono progettate per integrare, non sostituire, la relazione tra un paziente e il proprio medico.