Un’eco-barriera per salvare i fiumi: l’invenzione rivoluzionaria di Diego Saldanha

L’invenzione di Diego Saldanha, l’Eco Barriera che sta aiutando a combattere l’inquinamento da plastica nei fiumi di tutto il mondo. Il dispositivo cattura i rifiuti che trasportano le correnti e offre una soluzione concreta a un problema globale.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Ohga
Rubrica a cura di Annatina Fanigliulo
19 Giugno 2024

Nel cuore di Rio de Janeiro, Diego Saldanha ha ideato una soluzione straordinariamente efficace per combattere l'inquinamento dei fiumi. La sua eco-barriera, costruita con bottiglie di plastica legate insieme per formare una linea galleggiante robusta, è collegata a una rete progettata per trattenere i rifiuti galleggianti. Posizionata trasversalmente rispetto al flusso dell'acqua e ancorata alle rive, la barriera intercetta i detriti trasportati dalla corrente, permettendo una raccolta periodica dei rifiuti in modo efficiente e sostenibile.

Saldanha non è un ingegnere né uno scienziato ambientale, ma un cittadino preoccupato per l'ambiente della sua città. Spinto dalla vista quotidiana dei rifiuti che soffocano i fiumi di Rio de Janeiro, ha deciso di agire. La sua determinazione e creatività hanno dato vita a un progetto che, sebbene semplice nella sua realizzazione, ha un impatto significativo sulla pulizia dei corsi d'acqua.

Da quando l'eco-barriera è stata installata, i risultati sono stati notevoli.
I fiumi dove è stata posizionata mostrano una riduzione visibile dei rifiuti galleggianti, migliorando la qualità dell'acqua e riducendo il rischio di inquinamento delle aree circostanti. La comunità locale ha accolto con favore l'iniziativa, con volontari che aiutano regolarmente nella manutenzione e nel monitoraggio della barriera.

Un aspetto fondamentale dell'eco-barriera di Saldanha è l'uso di materiali riciclati. Le bottiglie di plastica, spesso viste come simbolo dell'inquinamento, vengono trasformate in strumenti di pulizia ambientale.
Questo approccio non solo riduce i costi di produzione, ma dimostra anche come i rifiuti possano essere riutilizzati in modo creativo ed ecologico. La semplicità e l'efficacia del progetto rendono l'eco-barriera facilmente replicabile in altre parti del mondo, offrendo una soluzione praticabile per comunità con risorse limitate.

L'invenzione di Saldanha ha attirato l'attenzione dei media e degli ambientalisti, guadagnando riconoscimenti a livello nazionale e internazionale. Organizzazioni non governative e gruppi ambientalisti stanno considerando di adottare e implementare eco-barriere simili in altre regioni colpite dall'inquinamento dei corsi d'acqua. Con un sostegno crescente, l'eco-barriera di Saldanha potrebbe diventare un elemento chiave nelle strategie globali per la gestione dei rifiuti e la protezione degli ecosistemi acquatici.

La storia di Diego Saldanha è un potente esempio di come l'iniziativa individuale possa fare la differenza. In un'epoca in cui le sfide ambientali sembrano spesso insormontabili, l'eco-barriera rappresenta una testimonianza di speranza e resilienza. La determinazione di un singolo individuo ha dimostrato che con ingegno e impegno, è possibile trovare soluzioni efficaci per proteggere il nostro pianeta.

Fonti | Jornal National , SOS Mata Atlantica  

Questo articolo fa parte della rubrica
Ecologista, gattara, amante degli sport estremi: praticamente una strega.   Dopo la laurea triennale in Economia Aziendale mi sono chiesta come altro…