Vuoi combattere la cellulite? La corsa non basta, ma è sicuramente un buon inizio

Se bastasse correre, forse saremmo tutte senza cellulite. La verità è che per combattere la buccia d’arancia occorre combatterla su più fronti, iniziando, quello sì, dalla camminata veloce o dalla corsa lenta: almeno tre volte alla settimana per 30 o 45 minuti.
Gaia Cortese 31 Agosto 2020

Da un sondaggio presentato in occasione della seconda edizione di Runeconomy, è risultato che almeno il 27% pratica il running per perdere peso, il 41% per sentirsi meglio e il 16% (soprattutto le donne) per ritrovarsi con se stessi.

Le motivazioni per correre sono tante. Il running è un’attività sportiva che aiuta a restare in forma e in salute, abbassa i livelli di cortisolo, stimola la produzione di endorfine e può aiutarti a combattere la cellulite. Chissà che non sia anche quest’ultima ragione, un motivo in più per giustificare l’incredibile boom di runner donne che hanno iniziato a correre nel tempo libero.

D'altronde "per belle apparire. bisogna soffrire". Lo sa bene chi ha imparato a rinunciare alla fetta di torta a fine pasto per non ingrassare, chi prende le scale rinunciando alla comodità dell’ascensore per tonificare gambe e glutei e chi si sveglia alle sei di mattina per trovare il tempo di andare in palestra.

Se vuoi combattere la cellulite, l’unica strada percorribile è quella di combatterla su più fronti, dal cambiare il tuo stile di vita, con un aumento dell’attività fisica, ad un’alimentazione più sana ed equilibrata, fino alla riduzione o all’abbandono del fumo e dell’alcol.

La tua cellulite, infatti, potrebbe essere la conseguenza di più di una brutta abitudine: hai l'abitudine di fumare? Ti concedi qualche aperitivo di troppo a base di superalcolici? Tendi ad esagerare con i fritti e i condimenti? Hai la certezza di NON introdurre troppi zuccheri nel tuo organismo nell'arco della giornata?

E non finisce qui. Anche la sedentarietà, la scarsa idratazione e persino un paio di pantaloni troppo stretti possono dare problemi alla circolazione e, a lungo andare, causare la cellulite.

Inizia a correre

Ecco perché, se sei intenzionata a dichiarare davvero guerra aperta alla buccia d’arancia, il tuo piano di battaglia deve per forza partire da questi molteplici aspetti, cominciando da una regolare attività fisica.

La camminata veloce o la corsa lenta sono attività di tipo aerobico, che ti permettono di bruciare zuccheri e grassi. Per iniziare a correre ti basta un paio di scarpe da running, una maglietta, un paio di pantaloncini e tanta volontà e determinazione. Forse nel momento esatto in cui dovrai indossare le scarpe, non avrai la minima voglia di uscire di casa, ma durante e dopo l'allenamento avvertirai uno stato di benessee che ti renderà sempre più motivata.

Per ottenere effetti visibili dovresti allenarti almeno 30-45 minuti per tre volte a settimana, o meglio ancora a giorni alterni. Evita di correre due giorni di fila per non fare uno sforzo eccessivo e rischiare traumi o eccessiva stanchezza.

Se non hai mai corso in vita tua. inizia gradualmente, magari con una sessione di 20 minuti, alternando un minuto di corsa a un minuto di camminata e ripetendo 10 volte. Dal secondo giorno aumenta progressivamente i minuti di corsa, rispettando sempre il tuo minuto di camminata e aumenta i minuti di corsa e la durata del tuo allenamento.

E tonifica i muscoli in palestra

Se l'obiettivo è quello di contrastare la cellulite ricordati anche di alternare alle uscite di corsa, esercizi specifici per tonificare i muscoli della gambe, meglio ancora se fatti in palestra sotto l’occhio vigile di un bravo personal trainer. Di norma si può iniziare con degli affondi laterali alternati sul posto (una serie di 10), plank (mantenendo la posizione per almeno un minuto e ripetendo l’esercizio due volte) e squat (almeno una serie da 15 ripetizioni).