Barbie Fashionistas, nella gamma più inclusiva che mai arrivano bambole senza capelli e con la vitiligine

A partire dal 15 febbraio 2020 anche in Italia saranno disponibili le bambole della linea Barbie Fashionistas. Una gamma più inclusiva che mai per ispirare le bambine a giocare con la fantasia, senza allontanarsida quello che è la realtà. Ecco come state introdotte Barbie con vitiligine, senza capelli e con disabilità fisiche.
Gaia Cortese 30 gennaio 2020

Quando ero piccola io, l’unico modo per togliere un po’ di quell’allure che contraddistingueva la Barbie, era vestirla con gli abiti che cuciva mia sorella, tagliarle i capelli e lavarglieli con il detersivo dei piatti. Oggi (per fortuna) non c'è più bisogno di metetre in pratica queste pratiche sadiche. Negli ultimi cinque anni la nuova linea di Mattel, Barbie Fashionistas, si è evoluta per essere sempre più vicina alla realtà, introducendo ben 70 nuovi look.

Vuoi un Barbie che ti somigli? Puoi scegliere cinque tipologie di corporatura, 22 carnagioni, 76 diverse acconciature, 94 colori di capelli e 13 colori di occhi. Anche Ken si è evoluto in tal senso e ha abbandonato i capelli di plastica, che non si potevano nemmeno pettinare, per dare sfoggio di ben 22 colori di capelli, oltre a 9 colori di occhi, 18 tipi di lineamenti del viso, 13 diverse carnagioni e 4 differenti tipi di corporatura.

Lo scopo della nuova gamma di Barbie è quello di ispirare le bambine a creare più storie usando la loro fantasia, ma sempre "con i piedi saldi a terra". Insomma, allontanandosi da quello stereotipo che per anni ci è stato rifilato dai produttori di Barbie, mettendoci in mano bambole con lunghi capelli biondi e occhi azzurri, perfette nelle forme e con piedi preformati che potevano indossare solo scarpe con il tacco.

La nuova Barbie vuole rappresentare l’inclusività e la diversità a livello globale. Oggi sono state introdotte bambole senza capelli, con la vitiligine o addirittura con una protesi dorata (e qui forse la Mattel si è spinta un po’ oltre).

Lo scorso anno sono state presentate al mercato anche Barbie con disabilità permanenti, compresa una bambola con un arto artificiale: merito della collaborazione con Jordan Reeves, una dodicenne che ha come missione l’ideazione di soluzioni creative che aiutino i bambini affetti da disabilità a vivere un’esperienza di gioco il più rappresentativa possibile.

“Siamo fieri che Barbie sia la doll line più diversificata sul mercato e che continui a evolversi per meglio riflettere il mondo che circonda le bambine – ha dichiarato Lisa McKnight, Svp Barbie & Global Head of Dolls -. Il nostro impegno a dare una migliore rappresentazione del mondo conduce ad un’importante conversazione culturale e sappiamo che i nostri sforzi si riflettono su 8 trimestri consecutivi di crescita, con il comparto delle Fashionistas in crescita a doppia cifra nel 2019”.

La nuova gamma di Fashionistas sarà disponibile in Italia dal 15 febbraio 2020.