Camminare può aiutarti a mantenerti in salute a ridurre il rischio di tumore

No a fumo, sovrappeso e abuso di bevande alcoliche. Sì a una dieta ricca di frutta e verdure, senza troppi grassi. Ma c’è un altro modo per avere uno stile di vita che promuova la salute: camminare per 30 minuti almeno 5 giorni alla settimana. Oltretutto, aiuta a prevenire anche i tumori.
Gaia Cortese 29 Ottobre 2020

Sarà un inverno complicato, sotto ogni punto di vista, anche per ciò che riguarda la pratica sportiva. Oggi come oggi, per fare sport ci vuole un po' di creatività e tanta inventiva. Hai appena fatto in tempo a consegnare il tuo certificato di sana e robusta costituzione per la pratica dell’attività fisica che palestre e piscine hanno chiuso i battenti.

Uno stop dovuto, ma mandato giù a fatica, per cercare di limitare la diffusione di un virus che sta facendo davvero di tutto e di più per cambiare le nostre abitudini di vita. Con tutto ciò, non dovrebbe andare così, perché l’attività fisica è fondamentale per stare in salute e per fare un’efficace prevenzione.

Oggi è la Giornata di Fondazione AIOM (Associazione italiana oncologi medica) e sono gli stessi medici oncologici a raccomandare l’attività fisica come stile di vita. Muoversi, infatti, può aiutare a ridurre l’incidenza dei tumori sulle persone così come il rischio di una recidiva nelle persone che hanno già avuto una diagnosi di tumore. Non solo. Il movimento determina anche un miglioramento della qualità della vita nelle persone che hanno già avuto una diagnosi, perché aiuta a contrastare gli effetti collaterali delle terapie e a combattere ansia e depressione.

Non potrebbe essere diversamente considerato che come afferma la professoressa Daniela Lucini, Responsabile della Sezione di Medicina dell’Esercizio di Humanitas “quando si fa esercizio fisico, l’organismo attiva meccanismi cerebrali e rilascia sostanze responsabili della sensazione di benessere. prime fra tutte, una serie di neurotrasmettitori, le endorfine, non a caso chiamate ormoni del benessere”.

Resta il problema di dove praticare attività fisica considerato che piscine e palestre non sono temporaneamente accessibili al pubblico. La soluzione? Camminare all’aria aperta, facendo anche scorta di vitamina D, in una giornata invernale soleggiata. Cammina quindi almeno 30 minuti al giorno per cinque giorni alla settimana, mantenendo un buon ritmo. Quando sei a casa, organizzati con brevi sessioni di esercizi: in questo caso il web e le applicazioni scaricabili sullo smartphone aiutano moltissimo. E infine, evita quando ti è possibile, di prendere l’ascensore: fare le scale è anche un ottimo esercizio per tonificare gambe e glutei.

Poche e semplici regole per non permettere alla parola "sedentarietà" di entrare nel tuo quotidiano.