È scomparso Alfio Scandurra, lo scrittore che amava la vita in mezzo alla natura, sempre in compagnia dei suoi asini

Stroncato da un tumore incurabile, lo scorso 24 ottobre è venuto a mancare Alfio Sacndurra, lo scrittore e blogger naturalista noto per la sua vita condivisa con i suoi asinelli.
Gaia Cortese 27 Ottobre 2022

Un anno fa aveva scoperto di avere un tumore. Una piccola macchia nel pancreas individuata per caso, dopo un grave incidente sul lavoro. Dopo essere caduto da un’altezza di 10 metri mentre potava un albero, Alfio Scandurra nel settembre 2021 esce miracolosamente illeso dall’incidente riportato, tuttavia, da una serie di controlli medici, scopre di avere un tumore incurabile.

Alfio Scandurra, scrittore e naturalista friulano, ha perso la sua battaglia con il cancro lo scorso 24 ottobre, lasciando tre figli all'eta di 52 anni.

Alfio viveva nella campagne di Pordenone insieme al suo Fiocco, l'asino che aveva adottato tempo prima e con cui trascorreva gran parte delle sue giornate in mezzo alla natura. Lo conoscevano bene le associazioni naturaliste e ambientaliste del territorio, ma anche anche gli appassionati della palla ovale che lo avevano seguito durante la sua militanza come capitano al Pordenone Rugby.

"Siamo stati travolti da una vera ondata di affetto e commozione per la morte del Capitano Alfio, arrivata anche da oltre i confini regionali, a testimonianza di quanto fosse amato e stimato", sono le parole che si leggono sul profilo social della società del Pordenone Rugby nel ricordarlo con sincero affetto.

Alfio Scandurra era anche un appassionato di scrittura. Autore del libro “Di asini e di boschi, il mio ritorno al selvatico” (Ediciclo editore, 2020), Alfio aveva deciso di vivere in simbiosi con la natura e di condividere la sua esperienza con i suoi lettori. Nel suo racconto Scandurra ricorda come la sua vita sia cambiata semplicemente cambiando il modo di percorrerla, affrontandola con una camminata lenta e attenta a ogni dettaglio, sempre in compagnia del suo amato asino Fiocco.