Ecco ID.3, la svolta elettrica di casa Volkswagen

Presentata al Salone di Francoforte, la nuova berlina a zero emissioni sancisce l’ingresso nel mondo della mobilità elettrica per Volkswagen. Con un prezzo di partenza attorno ai 30 mila euro e un motore in grado di erogare fino a 204 cavalli, il modello ID.3 punta a diventare l’elettrica a portata di tutti.
Federico Turrisi 17 Settembre 2019

Dopo l'era del Maggiolino (1938) e quella della Golf (1974), Volkswagen dà il benvenuto all'era ID.3. Questo il nome del nuovo modello 100% elettrico presentato al Salone di Francoforte. Per la casa automobilistica tedesca questa presentazione ha tutto il sapore di una svolta. Si tratta infatti del debutto nel settore della mobilità elettrica, l'inizio di un percorso molto ambizioso che porterà a una consistente elettrificazione della sua gamma di auto.

Soltanto in quest’area sono previsti investimenti per più di 30 miliardi di euro entro il 2023; la quota di veicoli a zero emissioni nella flotta del Gruppo Volkswagen raggiungerà almeno il 40% entro il 2030. Il piano del costruttore tedesco è quello di lanciare 70 nuovi veicoli elettrici nei prossimi dieci anni (invece dei 50 precedentemente annunciati). In questo modo Volkswagen – che, ricordiamo, fu travolta nel 2015 dallo scandalo del Dieselgate – conferma il proprio impegno verso una maggiore decarbonizzazione e per il raggiungimento dei target definiti dall’Accordo di Parigi sul clima. La nuova berlina elettrica Volkswagen ID.3 apre dunque la strada a una vera e propria rivoluzione, proponendosi come la prima autovettura elettrica di massa. Andiamo a conoscerla meglio.

Le linee sono nette, le dimensioni compatte: la ID.3 è lunga 426 centimetri (uno in più rispetto alla Golf), larga 181 e alta 155, con un passo – ossia la distanza tra l'asse anteriore e quello posteriore – di 276 centimetri (14 in più rispetto alla Golf), a vantaggio dello spazio interno per le ginocchia dei passeggeri nei sedili posteriori. Quattro posti comodi e un bagagliaio da circa 380 litri dotato di pozzetto.

La nuova Volkswagen ID.3 è dotata di un motore elettrico in grado di scaricare a terra fino a 204 cavalli di potenza

La nuova ID.3 ha la trazione posteriore, è disponibile con tre batterie differenti da 45, 58 o 77 kWh e monta un motore elettrico in grado di erogare da 150 a 204 cavalli di potenza. La velocità massima non va oltre i 160 chilometri orari.

La versione base può contare su un'autonomia di 330 chilometri e viene proposta a partire da circa 30 mila euro. Il modello intermedio, in grado di garantire 450 chilometri di autonomia, ha un listino di poco inferiore a 40 mila euro, mentre la top di gamma offre una percorrenza massima di 550 chilometri. Tutti i valori fanno riferimento al sistema di omologazione WLTP (Worldwide Harmonized Light Vehicles). E i tempi di ricarica? Utilizzando la ricarica a 100 kW, sarà possibile ottenere 260 chilometri di autonomia in appena mezz'ora.

Per quanto riguarda la strumentazione digitale, nel cruscotto trova spazio un piccolo display, mentre il sistema di infotainment è affidato a un grande schermo touch da 10 pollici posto sopra le bocchette dell'aria. Da evidenziare la scomparsa della maggior parte dei tasti fisici (rimangono praticamente solo quelli per alzare o abbassare i finestrini) per dare la priorità ai comandi vocali e al controllo tramite touchscreen. Altra curiosità degna di essere menzionata: sul pedale dell'acceleratore è raffigurato il simbolo play mentre sul freno quello della pausa.

Volkswagen ha già ricevuto oltre 30mila prenotazioni per la ID.3, molte delle quali provenienti da paesi del Nord Europa. In Italia arriverà su strada per metà 2020.