Ecobonus auto, boom di prenotazioni sul sito del Mise. Ecco come richiederlo

Dal 2 agosto è possibile prenotarsi sulla piattaforma telematica del Ministero dello Sviluppo Economico per ottenere i nuovi incentivi per l’acquisto di auto ecologiche previsti dal decreto Sostegni bis. Da domani 5 agosto sarà la volta dei veicoli commerciali, mentre bisognerà ancora attendere per gli incentivi dedicati alle auto usate.
Federico Turrisi 4 Agosto 2021

Pronti, partenza, via. Ed è subito corsa a prenotarsi per l'ecobonus auto. Dalle 10 di lunedì scorso è infatti attiva la piattaforma digitale del Ministero dello Sviluppo Eocnomico per richiedere gli incentivi, previsti dal decreto Sostegni bis, all'acquisto di nuovi veicoli a basse emissioni fino a 135 g/km di Co2. Stiamo parlando quindi non solo di modelli completamente elettrici o ibridi, ma anche di auto con motore a combustione interna (cosa che non ha mancato di fare storcere il naso agli ambientalisti). L'obiettivo principale è spingere sul rinnovamento del parco auto circolante in Italia.

Dal 2 agosto, fanno sapere dal Mise, sono stati prenotati dai concessionari incentivi per oltre 26 milioni di euro per l'acquisto di auto ecologiche: in due giorni sono state registrate 14.059 prenotazioni, di cui 1.345 per la fascia 0-60 g/km di CO2 e 12.714 per la fascia 61-135 g/km di Co2.

Nel dettaglio, il fondo automotive è stato rifinanziato con 350 milioni di euro, così distribuiti:

  • 200 milioni per acquistare, esclusivamente con rottamazione, i veicoli con emissioni comprese tra 61-135 g/km CO2. Il contributo è di 1.500 euro;
  • 60 milioni per ottenere l'extrabonus e acquistare veicoli con emissioni comprese tra 0-60 g/km CO2. Il contributo ammonta a 2.000 euro con rottamazione e a 1.000 senza;
  • 50 milioni per l'acquisto di veicoli commerciali e speciali, di cui 15 milioni esclusivamente per i veicoli elettrici;
  • 40 milioni riservati alle auto usate, benzina o diesel, di classe Euro non inferiore a 6 ed emissioni fino a 160 g/km di CO2. Il contributo in euro viene riconsociuto in base alle fasce di emissioni del veicolo acquistato: 0-60 g/km di CO2: 2.000 euro; 61-90 g/km di CO2: 1.000 euro; 91-160 g/km di CO2: 750 euro. Per usufruire del contributo è necessario rottamare un veicolo più vecchio di almeno 10 anni (immatricolazione anteriore al 1 gennaio 2011).

Il calendario

Come abbiamo detto poc'anzi, dal 2 agosto è possibile prenotarsi sul portale online per l'acquisto di nuovi veicoli a basse emissioni fino a 135 g/km di Co2. Da domani 5 agosto invece sarà possibile richiedere le agevolazioni per i veicoli commerciali e speciali. Per quest'ultima tipologia c’è anche l’opzione di acquisto con leasing finanziario, possibile già dal 25 luglio 2021. Ci vorrà ancora un po' di tempo per gli incentivi all'acquisto (fino al 31 dicembre) di autovetture usate. I fondi per l'ecobonus saranno disponibili fino al loro esaurimento.

Come prenotarsi

Non essendoci alcun click day, non c'è bisogno di affrettarsi nei primi giorni. La procedura, come spiegato sul sito del Ministero dello Sviluppo Economico, prevede infatti due momenti distinti. Una prima fase è dedicata esclusivamente alla registrazione dei concessionari, che possono iscriversi e caricare i propri dati identificativi. In un secondo momento, dopo specifica comunicazione, verrà aperta la fase successiva, in cui si potrà inserire l’ordine e prenotare l’incentivo. Dalla prenotazione si avranno poi fino a 180 giorni di tempo per la consegna del veicolo.