I trasporti pubblici a Barcellona: da un punto all’altro della città, senza perdersi la Movida della notte

La qualità della vita di Barcellona, capitale della regione delle Catalogna, è sicuramente garantita dall’ottimo servizio dei trasporti pubblici, accessibili 7 giorni su 7, anche negli orari notturni, e in alcuni casi con servizi no-stop nelle 24 ore.
Gaia Cortese 15 aprile 2019

Capitale della regione della Catalogna, la città di Barcellona è la meta ideale per chi ama l'arte e l'architettura: dagli eccentrici edifici progettati da Antoni Gaudí alla Sagrada Família, dalla Fondazione Joan Miró al Museo Picasso, questa città è abbonda di bellezza sotto tutti i punti di vista. Occorre almeno una settimana per vedere i principali punti di interesse della città, e fortunatamente ci si può spostare comodamente da un punto all'altro della metropoli servendosi dei mezzi pubblici.

La metropolitana a Barcellona

La metropolitana di Barcellona collega tutte le zone del centro ed è facilmente visibile perché contrassegnata ad ogni accesso con la lettera "M". Il servizio funziona dalle 5 del mattino a mezzanotte dal lunedì al giovedì, la domenica e nei giorni festivi; dalle 5 del mattino alle 2 di notte il venerdì; il sabato e la vigilia del 1° gennaio, il 24 giugno, il 15 agosto e il 24 settembre (giorni festivi) a orario ininterrotto (da questo si capisce come la Spagna sia nota in tutto il mondo per la sua Movida!). Le linee della metropolitana TMB (Transports Metropolitans de Barcelona) sono L1 (rossa), L2 (viola chiaro), L3 (verde), L4 (gialla), L5 (blu), L9 (arancione) e le linee della metropolitana FGC (Ferrocarrils de la Generalitat) sono L6 (viola scuro), L7 (marrone), L8 (rosa) con le linee tram (da T1 a T4). TMB e FGC sono due diverse società di gestione che combinate formano il sistema di metropolitana di Barcellona.

In autobus per le vie della città

A Barcellona gli autobus urbani circolano con una frequenza di 8-15 minuti, più o meno dalle 4:30 di mattina alle 23 di notte; di solito sono di colore rosso. Per gli spostamenti notturni invece è possibile utilizzare gli autobus chiamati Nitbus, che partono da piazza Catalunya e circolano dalle 22:40 alle 6. Sono di colore giallo e hanno una frequenza di 20-30 minuti. Da ormai un paio di anni, i bus cittadini mettono a disposizione dei viaggiatori un wi-fi gratuito.

El Tram di Barcellona

Bianchi e verdi, i tram di Barcellona sono un'altra alternativa per spostarsi in città. Il sistema di tram di Barcellona, chiamato dai catalani "El Tram", è meno conosciuto e usato rispetto agli autobus o alla metropolitana, ma collega rapidamente aree industriali, centri commerciali e zone residenziali. Funziona dalle 5 del mattino a mezzanotte circa dal lunedì al giovedì e nei giorni festivi; il servizio si prolunga fino alle 2 di notte i venerdì e nei prefestivi.

Questo servizio non è da confondere con il Tram Blau, ossia il tram storico che collega la città alla montagna del Tibidabo. Si tratta del mezzo di trasporto più antico della città, riconoscibile per l'acceso colore blu, ma al momento fuori servizio per lavori di manutenzione. Il costo di una corsa semplice è di 5,50 €, ed è un'attrazione imperdibile per chi visita Barcellona. Il Tibidabo e il suo famoso parco divertimenti è tuttavia raggiungibile anche con la Funicolare di Tibidabo, che collega la fermata del Tram Blau di Barcellona (Plaça del Doctor Andreu) con il parco divertimenti.

A Barcellona in aereo

L'aeroporto di Barcellona conosciuto anche come El Prat de Llobregat Aeropuerto o Aeroport de Barcelona, dista circa 13 km dal centro della città. Nell'aeroporto ci sono 2 terminal: Terminal 1 (T1) e Terminal 2, composto da tre edifici separati chiamati T2A, T2B e T2C. Da qui naturalmente, per raggiungere la città, si può noleggiare un'auto, prendere un taxi, prendere un autobus (numero 46), un Aerobus (linea diretta di autobus che collega Barcellona ai terminal dell'aeroporto), oppure servirsi del treno RENFE che passa circa ogni 30 minuti; la durata del tragitto dall'aeroporto alla città è di circa 25 minuti.

I treni RENFE di Barcellona

Un treno della Renfe in transito alla Stazione França di Barcellona

Gli spostamenti in treno a Barcellona sono garantiti dal servizio gestito dalla compagnia di bandiera Renfe che gestisce 6 linee e dalla FGC che gestisce 9 linee. Le due compagnie utilizzano diverse nomenclature per distinguere le loro tratte: FGC utilizza la lettera R per due linee Rodalies (R5 e R6) e la lettera S per le linee di treni suburbani; Renfe utilizza indiscriminatamente la lettera C o la lettera R per indicare tutte e 7 le linee (C come Cercanias o R come Rodalies). I treni generalmente sono operativi dalle 5:30 a mezzanotte circa.

Taxi a Barcellona

A Barcellona i taxi circolano tutti i giorni a qualsiasi ora. Si riconoscono per il caratteristico colore giallo e nero e e per il numero di licenza esposto sulla fiancata. È possibile fermarli per strada quando la luce è verde o attenderli alle fermate distribuite nelle principali strade e piazze della città. Esiste naturalmente un servizio di radio taxi (numero telefonico 933 033 033) che permette di prenotare un taxi in qualsiasi punto della città. Le tariffe sono comprensive di prezzo minimo, inizio corsa, chilometraggio e altri supplementi come servizio notturno, festivi e trasferimento da stazione o aeroporto. È gradita la mancia.

Barcellona vista dall'alto in teleferica e funicolare

La teleferica di Montjuïc offre una vista panoramica di Barcellona eccezionale.

Per vedere bene una città bisogna vederla anche dall'alto. La Teleferica di Montjuïc è una cabinovia turistica posta sul lato orientale della collina del Montjuïc, che collega il Parco con il Castello posto in cima alla collina. Un biglietto singolo per un adulto costa 8,40€ (andata e ritorno 12,70€), mentre un biglietto singolo per un bambino (da 4 a 12 anni) costa 6,60€ (andata e ritorno 9,20 €). Il parco di Montjuïc è poi collegato alla stazione della metropolitana di Parallel (L2 e L3) dalla Funicolare di Montjuïc. La funicolare, al contrario di quello che pensano in molti, non è sospesa in aria: è come una normale metro che viaggia a terra, ma percorre la distanza in salita. La si può prendere con i normali abbonamenti dei mezzi pubblici.