I trasporti pubblici a Firenze: ecco come muoverti in città senza inquinare

Firenze, la culla dell’arte rinascimentale, si può girare comodamente in autobus o in tram. Se poi preferisci un servizio di car sharing non hai che l’imbarazzo della scelta, mentre se vuoi pedalare nel centro storico, puoi farlo montando in sella alle biciclette arancioni e grigie di Mobike.
Gaia Cortese 20 Aprile 2019

Non solo è stata Capitale del Regno d'Italia fino al 1871, Firenze, il capoluogo della Toscana, è stata dichiarata anche Patrimonio dell'Umanità UNESCO a partire dal 1982, perché considerata la città in cui è nato e si è sviluppato il Rinascimento. D'altronde è risaputo che il centro storico di Firenze sia uno dei luoghi con la più alta concentrazione di opere d'arte al mondo. Ebbene, se è così messa bene dal punto di vista artistico e architettonico, viene da chiedersi se chi la visita è altrettanto a suo agio con i trasporti urbani, perché per visitare bene una città, si sa, bisogna girarla con i mezzi pubblici.

In autobus

A Firenze gli autobus urbani, gestiti dall’ATAF e LI-NEA, sono riconoscibili per il tradizionale colore arancione, anche se i modelli più nuovi sono bianchi e viola scuro. Puoi acquistare i biglietti ordinari (validi per 90 minuti dal momento della convalida) o i biglietti multipli (biglietti validi per 4 corse da 90 minuti l’una) presso tutti punti di rivendita autorizzati. Il consiglio è di acquistare il biglietto prima di salire sull’autobus, perché acquistarlo a bordo ti verrebbe a costare di più; oltretutto può capitare che a bordo i biglietti non siano disponibili e quindi saresti a rischio multa nel caso dei controllori salgano sull’autobus. La multa è di 40 euro se la paghi sul momento o entro 5 giorni presso l'ufficio ATAF alla stazione dei treni di Santa Maria Novella; trascorsi i 5 giorni, l'ammontare della multa aumenta.

In tram

A Firenze c’è anche il tram. La prima linea, la T1, è stata inaugurata nel 2010 e portava da Scandicci alla stazione di Santa Maria Novella. I lavori di ampliamento hanno fatto sì che dal 2018 la linea del tram arrivasse anche a Careggi, dove si trova il principale ospedale di Firenze e ad oggi serve ben 26 fermate su tutta la linea.

È poi stata recentemente inaugurata la linea 2 (T2) della tramvia, che collega l’aeroporto di Firenze Amerigo Vespucci (zona Peretola) con la stazione Santa Maria Novella lungo un tracciato di 5,3 chilometri, percorribile in 21 minuti. Le fermate sono 13, dal capolinea di Piazza dell’Unità, costruito davanti al monumento dei Caduti, al capolinea in aeroporto. Se dovesse capitarti di salire su un tram, sappi che anche qui si possono utilizzare i biglietti ATAF validi sugli autobus.

Il Comune di Firenze e la Rete Ferroviaria Italiana (Rfi) hanno presentato un progetto per creare una nuova “fermata-stazione” all'altezza di viale Guidoni sulla linea ferroviaria già esistente che collega Firenze a Pisa. Questa nuova fermata dei treni sarà connessa, tramite scale e ascensori, alla vicina fermata Guidoni della linea 2 del tram. In questo modo sarà possibile scendere dal treno e, dopo pochi passi, prendere il tram per dirigersi in aeroporto o in città.

In treno

Santa Maria Novella è la principale stazione ferroviaria di Firenze. Si trova in pieno centro storico di Firenze, a pochi passi dalla basilica da cui prende il nome, una delle chiese più importanti della città. In questa stazione arrivano tutti gli Eurostar provenienti dalle città di Milano, Torino, Venezia e Roma, così come i treni che servono Viareggio e la Versilia.

Ci sono poi altre due stazioni ferroviarie a Firenze: Firenze Rifredi, una piccola stazione a pochi chilometri dal centro storico, prossima all'ospedale di Careggi e al polo universitario di Firenze; Firenze Campo di Marte, a qualche chilometro dal centro storico di Firenze, ed estremamente comoda se vuoi raggiungere lo stadio Artemio Franchi per vedere giocare la Fiorentina.

In taxi

Se cerchi un taxi a Firenze puoi trovarlo nei parcheggi contrassegnati dall'apposita segnaletica, generalmente posti presso le principali piazze di tutte le città e presso gli aeroporti. Ad ogni modo puoi anche prenotare un taxi al telefono, chiamando questi numeri, preceduti dal prefisso 055: 4242, 4390, 4798, 4499.

Se vuoi avere un'idea generale di quanto può costarti un viaggio in taxi in città, devi sapere che dall’aeroporto di Firenze Amerigo Vespucci al centro storico la tariffa base è di 22 euro, mentre all'interno dei limiti della città, la tariffa fissa di chiamata è di 3,30€ (6,60€ se la chiamata è notturna).

Car sharing

Niente ti vieta di muoverti a Firenze, a bordo di una macchina noleggiata o disponibile tramite un servizio di car sharing. A Firenze avrai l’imbarazzo della scelta tra diverse compagnie di car sharing perché ne trovi addirittura quattro: le auto bianche di Car2go, quelle rosse di Enjoy, quelle gialle di Share’ngo Adduma Car (car sharing e noleggio).

Bike Sharing

I cittadini di Firenze sembrano apprezzare sempre più la mobilità flessibile e sostenibile, ecco perché il servizio di bike sharing Mobike, attivato da un paio di anni, ha ottenuto un ottimo riscontro. Sono oltre 200.000 gli iscritti al servizio, anche perché per ora Mobike è l'unico operato presente nell'area urbana.