Il disegno, da forma d’arte a condivisione delle emozioni

I primi tratti di matita colorata su un foglio bianco. Gli scarabocchi sul block notes per tenere “sveglio” il tuo cervello. Le vignette comiche di un’illustratrice che combatte la depressione. Il metodo del Life Design per fare un cambiamento nella tua vita. Quanto influenza la tua mente il semplice atto di disegnare?
Gaia Cortese 9 febbraio 2020

Il disegno è una forma di arte. Ma è anche un modo per esprimere i propri sentimenti, le proprie emozioni, tutto quello che non si riesce a dire a parole. Per questo motivo spesso si vuole interpretare un disegno. Lo si fa con quelli dei bambini osservandone gli spazi, il tratto, i colori, ma sempre con l’accortezza di affidarsi all’esperienza di esperti e specialisti in materia, per non farsi impanicare da un'intimidatoria traccia in matita nera.

Anche scarabocchiare può avere il suo senso. Il cosiddetto "doodling", vale a dire l’arte di fare ghirigori su un foglio di carta, può aiutarti a rimanere concentrato e a imparare cose nuove. Così quella sequenza di forme geometriche che non sembrano avere una logica, in realtà ce l’hanno: permettono al tuo cervello di rimanere “sveglio” e di continuare a prestare attenzione a quello che ti succede intorno.

E se ti dicessi che disegnare vale quanto una seduta di meditazione? È stato dimostrato che disegnare non solo ti aiuta a distrarti dalle problematiche della vita di ogni giorno, ma è in grado di abbassare la pressione sanguigna, di calmare l'ansia e di renderti più consapevole di quanto stai vivendo in un dato momento. Ne è la prova vivente un’illustratrice inglese, Gemma Correll, che ha trovato nelle sue vignette l’antidoto per combattere la sua ansia e il suo stato depressivo.

Delle semplici vignette, infatti, possono avere uno scopo preciso: rendere più felici le persone. È quello che fa la pagina facebook The Happy Page che chiede ai propri follower cosa li renda particolarmente felici e trasforma il loro pensiero in vignette. Ognuno ha la sua idea di felicità e se la si può condividere, tanto meglio.

Quando invece è propria la propria vita che si vuole "ridisegnare", allora entra in gioco il Life Design. Questa volta non si tratta di vignette, scarabocchi o tratti di matita colorata, bensì di adottare la mentalità di un designer e sviluppare un nuovo "prodotto", o meglio, un possibile cambiamento nella tua vita. Impara ad analizzare i pro e contro, a lavorare su nuovi concept, a individuare il percorso più efficace per arrivare all’obiettivo. Non ci saranno ghirigori in questo metodo, ma ti assicuro, c’è bisogno di tanta vena creativa.

Cosa aspetti quindi a prendere in mano carta e matita?

Con il segno zodiacale dei Gemelli, non potevo avere come unica passione quella della scrittura. Al piacere di spingere freneticamente tasti altro…