Incentivi per i ciclomotori e i motocicli elettrici, il MiSe finanzia nuovamente la piattaforma Ecobonus

Sulla piattaforma del MiSe Ecobonus sono disponibili nuovi incentivi per alcune tipologie di veicoli elettrici.
Francesco Castagna 19 Ottobre 2022

Dal 19 ottobre 2022 il portale del Ministero dello Sviluppo Economico riapre agli incentivi ecobonus destinati a chi ha intenzione di acquistare ciclomotori e motori elettrici. La piattaforma Ecobonus è stata riaperta per permettere la prenotazione di incentivi.

Così il MiSe ha messo ha disposizione una somma pari a 20 milioni di euro fino alla fine dell'anno 2022.

È una misura prevista nel Decreto Semplificazioni che si muove nell'ottica del pacchetto fit for 55, volto a decarbonizzare il più possibile le vetture all'interno dell'Unione Europea.

Nota negativa: l'esecutivo ha deciso questa volta di non finanziare ulteriormente il fondo per acquistare le moto a emissioni ridotte. Per chi invece ha intenzione di dare indietro una vecchia moto da rottamare omologata euro 0, 1, 2 o 3 sarà possibile ottenere un risparmio fino al 40%.

Nel corso della discussione del decreto Semplificazioni il governo ha deciso di spostare il fondo di 20 milioni inizialmente destinato alle auto per dirottarlo sui motocicli.

Ma come funziona e quali saranno le categorie che le persone potranno acquistare? Come riporta la piattaforma, il contributo è rivolto a tutti coloro che acquistano un veicolo elettrico nuovo di fabbrica.

Le categorie sono le seguenti: L1e, L2e, L3e, L4e, L5e, L6e, L7e. La piattaforma Ecobonus informa che "verrà calcolato sulla percentuale del prezzo di acquisto: 30% per gli acquisti senza rottamazione e 40% per gli acquisti con rottamazione".

Le persone fisiche o giuridiche potranno rivolgersi a un concessionario, che potrà richiedere gli incentivi. In questo modo si contribuisce ad abbattere le emissioni di CO2, così il nostro Paese si allinea alla vigente normativa europea sulla qualità dell'aria e dell'ambiente.

Un altro importante provvedimento riguarda il bollo da pagare.

Saranno esclusi per i prossimi cinque anni tutti coloro che acquisteranno un veicolo elettrico tra quelli che ti ho menzionato.

Sono compresi anche degli sconti sulle Rca, sempre più assicurazioni scelgono di premiare chi sceglie di guidare a emissioni zero. Tra questi sconti: tariffe più convenienti, km percorsi annui e anzianità di guida.