Infiammazione e infezione: conosci la differenza?

Due termini dal suono simile e che avrai sentito spessissimo durante le visite dal medico. Ma conosci la differenza tra i due?
Dott. Albert Kasongo Medico vaccinatore
19 maggio 2020 * ultima modifica il 12/06/2020

Sentirai spesso nominare questi termini: infezione e infiammazione. Magari tenderai anche a confonderli, ma si tratta di due problemi completamente diversi tra loro. Proviamo a capire come mai.

Cos'è l'infiammazione

Il termine infiammazione (o flogosi) sta ad indicare un processo riparativo, di difesa, aspecifico, da parte dell’organismo che interviene a seguito di un danno causato da vari tipi di agenti:

  • Fisici: calore, traumi
  • Chimici: sostanze tossiche, acidi
  • Biologici: virus, batteri

Il danno causato da questi agenti, solitamente, non coinvolge la vitalità di tutte le cellule. Lo scopo del processo infiammatorio è quello di:

  • Eliminare la causa che ha determinato il danno cellulare
  • Favorire lo sviluppo dei processi riparativi

La prima reazione dopo il danno cellulare è rappresentata da una vasocostrizione che dura qualche secondo, in seguito si presenteranno i 5 segni cardinali dell’infiammazione che a seconda della durata nel tempo, da un punto di vista didattico, verrà definita acuta (breve durata) o cronica (lunga durata).

  1. Calor: aumento della temperatura secondario a vasodilatazione e relativo aumento di apporto sanguigno
  2. Rubor: arrossamento dovuto anch’esso all’aumentato apporto di sangue (iperemia)
  3. Tumor: rigonfiamento (tumefazione, edema) dovuto allo stravaso ematico che determinerà un riversamento di tutto ciò che è presente nel letto capillare, mediatori dell’infiammazione compresi, andando a creare un nuovo volume che meccanicamente stimolerà i recettori vicini, come ad esempio i nocicettori (recettori del dolore)
  4. Dolor: dovuto a compressione dei nocicettori e stimolazione delle terminazioni nervose da parte dell’agente infiammatorio
  5. Functio lesa: compromissione funzionale della zona colpita

Cos'è l'infezione

L’infezione rappresenta una reazione patologica dell’organismo all’invasione e successiva replicazione di vari microrganismi (batteri, virus, funghi) all’interno dello stesso. Può essere primaria o ripetuta.

  • Primaria: si verifica quando un microrganismo invade il corpo per la prima volta. La reazione dell’organismo richiede un po’ di tempo (da giorni a settimane)poiché aziona difese immunitarie aspecifiche e necessita del tempo necessario per poter creare anticorpi e un’immunità specifica nei confronti del microrganismo.
  • Ripetuta: si verifica quando un microrganismo, che ha già invaso il corpo una prima volta, lo invade nuovamente. Quest’infezione potrebbe anche passare inosservata (asintomatica) in quanto, a seguito dell’infezione primaria, si può essere creata un’immunità specifica nei confronti del microrganismo che verrebbe prontamente riconosciuto ed eliminato.

La differenza

Per concludere, l’infiammazione rappresenta un meccanismo di difesa vero e proprio che ha come fine quello di liberare l’organismo dall’ "intruso" e può avvenire a seguito di un’infezione, che invece rappresenta la reazione dell’organismo all’invasione da parte del microrganismo. Inoltre, l’infezione è causata sempre da un agente patogeno mentre l’infiammazione no!

Laureato in Medicina e Chirurgia all’Università degli studi “Aldo Moro” di Bari, ha maturato esperienza in numerosi ambiti collaborando con diverse altro…
Le informazioni fornite su www.ohga.it sono progettate per integrare, non sostituire, la relazione tra un paziente e il proprio medico.