L’acquisto di farmaci online è sicuro? A cosa devi fare attenzione

Negli ultimi anni la compravendita on-line è aumentata in tutti i settori. La pandemia da Covi-19 ha influenzato notevolmente gli acquisti on-line. Tra restrizioni e chiusure forzate, molte persone si sono avvicinate al mondo degli acquisti su internet. Ma tutti i siti sono attendibili? Siamo sicuri della provenienza, dello stoccaggio ed il trasporto dei prodotti?
Dott.ssa Chiara Speroni Dottoressa in Farmacia
9 Giugno 2021 * ultima modifica il 09/06/2021

Quante volte ci siamo domandati se stiamo acquistando da un sito sicuro? Ci arriverà quello che desideriamo tanto? Nell’ultimo periodo che abbiamo vissuto a causa della pandemia da Covid-19 con tutte le sue limitazioni e restrizioni, il commercio on-line è aumentato. Il limite agli spostamenti, associato alle chiusure forzate di molti negozi ha portato chiunque ad avvicinarsi al mondo degli acquisti on-line. Ognuno con le proprie esigenze e necessità. E quando parliamo di farmaci? Di integratori? Possiamo esser sicuri di quello che andiamo ad acquistare? Ormai sul web si trova di tutto.

Cosa troviamo in Rete?

È noto che da parecchi anni molti farmaci vengano importati dall’estero senza le autorizzazioni necessarie favorendo il mercato illegale. Questi farmaci oltre ad essere illegali, spesso sono anche contraffatti, difettati, e così via.

Ci chiediamo dunque se la vendita on-line dei farmaci sia possibile. Sì, la vendita è regolamentata dall’articolo 112-quatrer del D.lgs n. 219/2006 e modificato successivamente dal D.lgs n. 17/2014 che recepito la direttiva 2011/62/UE. In questo decreto si evidenzia come possano essere venduti i farmaci senza obbligo di ricetta OTC e SOP, il cui elenco è presente sul sito dell’AIFA. Inoltre potrai acquistare tutti quei prodotti registrati come parafarmaci (ad esempio gli integratori alimentari), fitoterapici e omeopatici. Quindi capirai come tutti i medicinali che necessitano di ricetta medica siano vietati.

Per poter vendere farmaci on-line bisogna fare una richiesta al Ministero della Salute il quale valuterà i requisiti necessari del richiedente ed emetterà l’autorizzazione necessaria.

Il sito è attendibile?

Una volta che l’esercente ha ottenuto l’autorizzazione all’e-commerce, questo dovrà esporre sulla pagina web il Logo Identificativo Nazionale. Questo è fondamentale per garantire non solo la tutela di chi andrà ad acquistare, ma anche per garanzia contro la vendita illegale di farmaci ed eventuale contraffazione.

Cosa posso trovare in vendita?

Come ti dicevo prima, la vendita on-line è regolamentata dalla legge, pertanto ogni farmacia o parafarmacia che voglia vendere on-line creerà delle vetrine on-line in cui esporrà i prodotti in vendita, divisi per categoria: cosmesi, OTC, antiparassitari, e così via. In queste vetrine on-line potranno essere mostrate fotografie o rappresentazioni grafiche del prodotto oltre che eventuali informazioni fornite dal produttore.

Le sanzioni

Sappiamo bene che esiste sempre chi vuole provare a fare il furbo violando le normative vigenti. Le autorità sono sempre attente al commercio on-line e forse non sai che hanno fatto chiudere, nel tempo, diversi siti in cui veniva meno la serietà (o semplicemente nascondevano traffici illeciti). Esistono delle sanzioni per chi viola la legge come:

  • vendita di farmaci con obbligo di ricetta
  • vendita di farmaci falsificati
  • vendita senza autorizzazione

Detto questo sai bene cosa fare, quando stai per comprare on-line, controlla sempre che sia presente il Logo Identificativo Nazionale così sarai sicuro della provenienza, scadenza del prodotto, dello stoccaggio e del trasporto dello stesso che saranno messi in atto dall'esercente. Ebbene sì, anche scadenza, stoccaggio e trasporto sono dei punti cardine nella vendita on-line. Perché su alcuni siti (magari non legali) troviamo prezzi super convenienti? Spesso la risposta si trova nella qualità del prodotto, magari è scaduto, non conservato e trasportato nella maniera adeguata. Detto questo non spaventarti, spesso si trovano davvero delle "occasioni" e se il sito è attendibile, autorizzato dal Ministero, allora perché lasciarsela sfuggire?

Fonti| AIFA; Ministero della Salute

Laureata in Farmacia presso la facoltà di Scienze del Farmaco dell’Università degli Studi di Milano. Tesi svolta presso il laboratorio di altro…
Le informazioni fornite su www.ohga.it sono progettate per integrare, non sostituire, la relazione tra un paziente e il proprio medico.