Le 6 abitudini che il cane prende dal proprio compagno umano

Dorme e mangia con te, passeggia al passo alla tua velocità e se incontra qualcuno che non ti va a genio, potrebbe anche mettersi ad abbaiare. Forse non ti sei mai soffermato sulla questione, ma i cani adottano molte abitudini dal proprio proprietario.
Rubrica a cura di Gaia Cortese
17 marzo 2020

Quello che non dovrebbero mai dimenticare i proprietari di cane è che le loro abitudini si trasmettono, nella maggior parte dei casi  anche ai loro fedeli amici a quattro zampe. Questa volta quindi non si parla di carattere, di personalità, di razza. Inevitabilmente la vita a due, quel binomio indissolubile che si viene a creare tra cane e capobranco, fa emergere anche una similarità nelle abitudini.

Copia il linguaggio

I cani, per esempio, copiano il linguaggio dei loro proprietari. Non come dei pappagalli, ovviamente, ma se ti dovesse capitare di alzare spesso la voce in presenza del tuo cane, con ogni probabilità anche lui tenderà a fare lo stesso, abbaiando. Allo stesso modo, potrà sorprenderti, ma il tuo fedele amico a quattro zampe, potrebbe emettere dei suoni di risposta, se intavoli una conversazione con lui. Se a questo si aggiunge un rinforzo, come per esempio un premietto, allora il cane potrebbe proprio prendere l'abitudine di sostenere delle simil-conversazioni.

Dorme quando (e dove) dormi tu

Gli orari di un animale sono molto diversi rispetto a quelli degli esseri umani, ma con il tempo il cane inizia a basare i propri ritmi giornalieri su quelli di tutti i componenti della sua famiglia per finire a dormire con i proprietari. Questo succede in termini di orari, ma anche di spazi. Non dubitare mai del fatto che il tuo cane sia sempre ben felice di condividere il letto con te.

A tavola insieme

Stesso discorso vale per il momento di mettersi a tavola. Se il tuo cane inizierà a mangiare nel momento stesso in cui anche tu ti metterai a tavola, si abituerà ad avere fame e a chiedere la ciotola piena in quei precisi momenti.

È come un orologio svizzero

Se poi c'è una certa abitudine a fare attività insieme, come correre e camminare, è normale che il tuo amico a quattro zampe si aspetti di seguire sempre la medesima routine. Gli animali, infatti, sono molto abitudinari e non assecondare questa loro natura potrebbe essere per loro causa di stress. Non solo. È facile che se si mantengono sempre determinati orari, il cane arrivi ad “avvisare” il proprietario quando è arrivato il momento di uscire.

Stessi amici e nemici

Come incontrerai qualcuno che ti fa piacere vedere o che ti è particolarmente simpatico, con ogni probabilità piacerà anche al tuo cane, ma allo stesso modo se dovessi incontrare qualcuno che proprio non digerisci, anche il tuo cane potrebbe mostrare una certa antipatia. I cani poi sono estremamente empatici. Se ti è capitato di avere una brutta giornata avrai notato che in quella occasione anche il tuo fedele amico ha condiviso lo stesso atteggiamento. o che se sei una persona incline per esempio alle coccole, anche il tuo cane sarà più predisposto al contatto fisico e allo scambio di effusioni di affetto.

In movimento sincronizzati

Una camminata lenta o un passo veloce possono influenzare anche il modo di procedere del tuo cane. I cani tendono a copiare anche il modo di muoversi e di comportarsi del loro proprietario, ed è quindi normale che con il tempo, animale e essere umano diventino sempre più simili tra loro.

"I cani, oltre al movimento sincronizzato, possono assumere anche l'atteggiamento del proprietario – spiega Theodora Biganzoli, Dog Trainer di Theam -. Mi spiego meglio, spesso lavoro con proprietari che vorrebbero avere subito il risultato dal cane e sono gli stessi che non stanno un attimo fermi, che devono fare passeggiate estenuanti per i cani dove si cammina veloci e si va senza godersi il momento e apprezzare magari un attimo di pace seduti nel prato. Oppure il cane porta il gioco e loro si sentono in difetto se non lo assecondano subito, anzi guai far aspettare il cane! Quindi poi spesso hanno cani iperattivi, che per stancarli ci metti 30 lanci di palline, cani che come ti fermi a parlare con qualcuno iniziano a piangere o ad abbaiare. Cani per nulla abituati a saper aspettare, attendere, vivere bene un attimo di frustrazione".

Questo articolo fa parte della rubrica
Con il segno zodiacale dei Gemelli, non potevo avere come unica passione quella della scrittura. Al piacere di spingere freneticamente tasti altro…