Lo chef Carlo Cracco prepara il pranzo per gli operai che lavorano al nuovo reparto alla Fiera di Milano

L’alta cucina al servizio della lotta al Coronavirus. Lo chef Carlo Cracco ha preparato e servito il pranzo ai 70 operati che stanno lavorando alla costruzione di un nuovo reparto di terapia intensiva alla Fiera di Milano.
Sara Del Dot 22 marzo 2020

L’alta cucina contro il Coronavirus. Come in tanti casi che abbiamo avuto occasione di vedere e conoscere, nella lotta al Covid-19 ciascuno sta mettendo in campo le proprie competenze, anche se non riguardano nello specifico la medicina.

Sono tanti i modi in cui ci si può prendere cura degli altri, e sono tutti importanti. Lo ha dimostrato ì lo chef Carlo Cracco, che ha deciso di mettere in campo la sua alta cucina per preparare il pranzo agli operai che in questi giorni stanno lavorando alla costruzione del nuovo reparto di terapia intensiva situato alla Fiera di Milano.

Ai 70 operai impiegati in questa importante impresa, lo chef e il suo staff hanno preparato un risotto e una frittata di verdure, servito nella pausa pranzo per dare forza e coraggio ai lavoratori che si stanno impegnando per garantire posti letto in più a tutti coloro che ne avranno bisogno.

Fonte | Ospedalefieramilano.it