Mila è malata di tumore: papà Scott la saluta e protegge dalla finestra per evitare possibili contagi da Coronavirus

Il rischio di Coronavirus è troppo alto per la salute della piccola Mila che da mesi sta combattendo contro un tumore. Papà Scott non ci ha pensato due volte e visto il suo lavoro ha lasciato la casa insieme a sua figlia maggiore per salvaguardare la salute della bimba.
Alessandro Artuso 25 marzo 2020
* ultima modifica il 25/03/2020

Una storia dolce, ma di grande sacrificio e dolore, è quella di una famiglia scozzese che cerca di difendere la loro piccola Mila dal possibile contagio da Coronavirus. La protagonista di questa storia è una bambina di 4 anni affetta da un tumore e i suoi genitori che abitano nella cittadina di Falkirk: la bimba si sta sottoponendo alla chemioterapia da alcuni mesi dopo aver scoperto il cancro.

La storia di Mila

Le cure già dolorose e faticose impongono di evitare qualsiasi problema di salute a Mila, ed è così che la sorella maggiore e papà Scott hanno abbandonato la casa trasferendosi in un altro posto. Alla piccola Mila è stato spiegato che tutto questo è fondamentale per la sua salute, ma è ovvio che alla bimba mancano la sua sorellina e il papà. Ed è così che allora si è pensato di farli incontrare tramite una finestra. Papà Scott vorrebbe tanto stare con Mila, ma il suo lavoro lo fa stare a contatto con tante persone ed è quindi pericoloso per sua figlia, soprattutto in un momento come quello del Covid-19.

Le immagini

Le foto della piccola che bacia il vetro guardando il padre a distanza di pochi metri ha fatto il giro del web: messaggi pieni di parole dolce e di incoraggiamento per Mila e la sua famiglia. I due però si vedono spesso non solo dalla finestra, ma anche su FaceTime: "Le prime volte Mila era disorientata e mi chiedeva – dichiara Lynda -. Ma perché papà non può entrare? Poi le ho spiegato come stanno le cose e ha capito".

Fonte| Lynda Sneddon, mamma di Mila

Le informazioni fornite su www.ohga.it sono progettate per integrare, non sostituire, la relazione tra un paziente e il proprio medico.