Mobilità sostenibile: il Regno unito è pronto a investire sulle autostrade elettriche

Il progetto è finanziato dallo stesso Governo inglese e prevede l’installazione di un sistema di cavi aerei che funzionerebbe un po’ come già avviene per i tram: una serie di cavi correrebbe lungo la carreggiata agganciandosi a un pantografo posto sul tetto dei mezzi di trasporto merci destinati a viaggi di lunghe distanze. L’elettrificazione interesserebbe oltre 7mila chilometri di strada e garantirebbe una netta riduzione delle emissioni di CO2.
Kevin Ben Alì Zinati 9 Dicembre 2020

Se le parole d’ordine per il mondo intero sono decarbonizzazione e riduzione delle emissioni inquinanti, per il Regno Unito una possibile e concreta soluzione potrebbe essere l’elettrificazione dei trasporti. La proposta arriva direttamente dal Center for Sustainable Road Freight, finanziato dallo stesso Governo inglese: installare un sistema di cavi elettrici lungo oltre 7mila chilometri di autostrada e rivoluzionare il sistema dei mezzi di trasporto merci su strada a media e lunga distanza riducendone le emissioni nocive.

Come funzionerebbe

Se autocarri e mezzi elettrici per il trasporto di merci su brevi distanze sono una realtà già consolidata, lo stesso non si può dire per le consegne a distanze maggiori. Per la portata, il peso e l’autonomia dei veicoli, decarbonizzare questo sistema di trasporto non è così immediato. La soluzione studiata nel rapporto inglese, tuttavia, cambia prospettiva suggerendo un intervento non solo sui mezzi, ma anche sulle strade stesse.

L’idea di elettrificare le autostrade prende spunto un po’ dal funzionamento dei tram. Da una struttura portante posta al di fuori del confine stradale, partirebbero così due sistemi di cavi "aerei" lungo la carreggiata. Questi si collegherebbero ai camion attraverso un pantografo posizionato sul tetto del veicolo, proprio come quello installato sui tram: il sistema fornirebbe l’energia necessaria per tenere in moto il mezzo e ricaricherebbe le batterie del mezzo che, potendosi sganciare dai cavi in totale autonomia, potrebbe comunque completare il viaggio senza comunque inquinare.

Previsioni

Secondo le previsioni dello studio supportato dal governo, il costo totale del progetto dovrebbe aggirarsi intorno ai 19 miliardi di sterline, con la concreta possibilità di rientrare nei costi nel giro di 15 anni, e sarebbe realizzabile entro la fine del 2030. A livello di emissioni, l’elettrificazione delle autostrade potrebbe spingere sul pedale della decarbonizzazione in modo importante, fino a una riduzione di emissioni di CO2 stimata intorno alle 13,4 tonnellate all’anno.