Quante volte a settimana fare pilates? Anche una volta sola va bene, ma due è meglio

Il pilates è un’attività fisica ideale per mantenersi in salute e buona forma fisica, ma sai quante volte a settimana dovresti praticare questa ginnastica per assicurarti tutti i benefici le vengono attribuiti? Lo abbiamo chiesto ad Anna Gagliardi, insegnante certificata Polestar di Pilates.
Gaia Cortese 6 ottobre 2020

Sono oltre cinquecento gli esercizi, alcuni a corpo libero, altri da eseguire con apposite attrezzature, ideati da Joseph Hubertus Pilates per garantire un allenamento completo che apporti benefici a tutto il corpo. Nato intorno ai primi anni Venti, per merito delle intuizioni del suo ideatore, il pilates si è rivelato negli anni, una disciplina sportiva in grado di apportare innumerevoli benefici a mente e corpo.

I benefici del pilates

Non solo migliora la capacità cardiovascolare e respiratoria, ma coinvolge tutti i muscoli del corpo, concentrandosi in modo particolare sulla tonificazione dei muscoli che confluiscono nel tronco, vale a dire la zona lombare, i glutei, gli adduttori e l’addome.

Il Pilates può essere praticato a qualsiasi età, può aiutare a contrastare i dolori cronici, come il mal di schiena e la cervicale, migliora la mobilità e la flessibilità della colonna vertebrale e sviluppa la presa di coscienza dei propri muscoli.

Una buona forma fisica è la premessa per la felicità.

Joseph Hubertus Pilates

A livello mentale, il pilates è un’attività fisica in grado di alleviare lo stress, e allo stesso tempo, di aumentare l’autostima di chi lo pratica con costanza. Ma il punto, infatti, è: quante volte a settimana è consigliabile fare pilates per garantirsi tutti questi benefici e mantenersi in forma?

Il parere dell’esperto

Lo abbiamo chiesto ad Anna Gagliardi, insegnante certificata Polestar di Pilates presso il Flow Studio Pilates“Per rispondere a questa domanda va innanzitutto chiarito che, rispetto ad altre attività come per esempio l’aerobica o altri tipi di ginnastica o sport dove ci vogliono un minimo di due o tre allenamenti prima di avere benefici, il pilates è un tipo di ginnastica molto educativa che viene insegnata e praticata creando una grande consapevolezza e una connessione tra mente e corpo. Non si tratta insomma della classica ginnastica dove faccio un’ora di lezione, so che mi sono mossa ma il più delle volte non ho una chiara idea di cosa ho fatto.

Attraverso il pilates viene data una sorta di educazione mentale, l’allievo impara a sentire il proprio corpo, e questo si traduce in un messaggio che l’allievo si porta a casa dopo la lezione. Se per esempio ho modificato la mia postura durante la lezione di pilates, è automatico che cerchi di farlo anche nella vita di tutti i giorni. Ci sono allievi che hanno un atteggiamento cifotico e a loro viene insegnato di “sorridere con le clavicole”, ossia di aprire le spalle. Nella maggior parte dei casi l’allievo con questo atteggiamento posturale si ricorda di lavorarci su anche quando non è a lezione, perché ha imparato qualcosa su se stesso e tende a cercarlo nella sua vita, modificando quello che è il suo corpo, il suo sentire.

Concludendo, fare pilates anche solo una volta a settimana può essere già un’ottima cosa, perché l’allievo sta già imparando a intervenire sul proprio corpo e ad averne i benefici. Un paio di volte a settimana è poi preferibile perché quello che imparo in una lezione, in due lezioni viene intensificato e amplificato".