Bologna, asportato tumore colon e fegato con robot: primo caso nel mondo

A Bologna è stato asportato un tumore a fegato e colon su una paziente di 61 anni con una tecnica innovativa che ha utilizzato un robot : è la prima volta al mondo.
Alessandro Artuso 12 febbraio 2020
* ultima modifica il 12/02/2020

Una buona notizia giunge dal mondo della medicina. Il primo intervento al mondo di asportazione in contemporanea di colon e fegato con robot è stato eseguito all’Ospedale Maggiore di Bologna con l’utilizzo di un robot. L’operazione è stata eseguita da Elio Jovine, direttore del Dipartimento Chirurgico dell’Ausl di Bologna, e dalla sua equipe.

La tecnica

L’asportazione di parte di colon e fegato è stata possibile grazie alla tecnica alpps su una paziente di 61 anni. Si tratta della rimozione della zona malata dell’organo con tanto di ripristino della completa circolazione epatica. La paziente aveva delle metastasi epatiche multiple sul lato destro del fegato che hanno resistito ai trattamenti di chemioterapia e per questo si è reso necessario l'intervento.

L’intervento

L’equipe del direttore del Dipartimento Chirurgico Jovine, per evitare l’asportazione di parti di tessuto epatico che avrebbero potuto compromettere lo stato di salute della paziente, ha proceduto con una nuova tecnica chirurgica. L’obiettivo è stato quello di far crescere la parte del fegato non coinvolto nell'intervenuto chirurgico: dopo il decorso post operatorio la donna è stata dimessa.

La corretta ripresa delle funzioni del lato sinistro dell’organo ha evitato il rischio di insufficienza epatica post operatoria. Con la ricrescita e il corretto funzionamento del fegato, la donna è stata nuovamente ricoverata per l’asportazione della parte malata del fegato. Dopo cinque giorni sono arrivate le dimissioni dall’ospedale emiliano.

Fonte| Ausl di Bologna 

Le informazioni fornite su www.ohga.it sono progettate per integrare, non sostituire, la relazione tra un paziente e il proprio medico.