5 motivi per essere dei nonni felici

2 ottobre: una data importante perché celebra la Festa dei Nonni. “Keep calm. You’re going to become grandparents”. Panico all’annuncio di una nascita in famiglia? Niente paura, ci sono ottimi motivi per riconoscere che diventare nonni abbia molti vantaggi. Non solo ti mantieni in forma e passi più tempo all’aria aperta, ma hai anche buone chances di diventare un compagno di vita unico per il tuo nipotino.
Gaia Cortese 2 ottobre 2019

L’annuncio della nascita di un nipote non è proprio sempre motivo di gaudio ed entusiasmo. Come la matematica insegna, in una relazione transitiva se "nascita" = "nipote" e "nipote" = "nonno", per forza di cose l’annuncio di una nascita in famiglia significa che presto verrai chiamato "nonno" o "nonna".

I figli inizieranno a guardarti in modo diverso, assumeranno il ruolo di genitori e perderanno un po' quello dei figli. Penseranno a te come a un baby parking e qualche serata cercheranno anche di sbolognarti il pargolo per provare a riappropriarsi della loro vita sociale. E poi c'è la questione "età", che quando si inizia a pronunciare la parola "nonno", è ormai un'età non più tanto green.

Se diventare nonni fosse solo una questione di scelta, consiglierei a ognuno di voi di diventare nonno. Non c’è divertimento più bello per le persone anziane.
Hannah Whithall Smith

Niente panico. L’età è quella che ci si sente, non quella indicata sulla carta d’identità, ne tantomeno quella associata al termine “nonno”. E poi, le regole con il pargolo puoi dettarle ancora tu, decidendo come meglio credi, godendoti tutti i buoni motivi per essere un nonno felice.

Quando il tuo nipotino, che ti ha visto da lontano, ti corre incontro pieno di luce dentro agli occhi, in quel momento, in quel preciso istante, non è una semplice dolce creatura che ti sta venendo incontro, ma è il Creato intero, Dio compreso.
Carlo Sorrentino

Preparati alle (tante) passeggiate all'aria aperta

Fin dai primi giorni di vita, il pargolo ha bisogno di trascorrere molto tempo all'aria aperta. non importa che sia estate o inverno, la cosiddetta "ora d'aria" vale anche per lui, e in genere, quando è molto piccolo, dorme moltissimo tempo. Portarlo a spasso in carrozzina è un'occasione per stare fuori, per impegnare il tempo nel modo più salutare possibile. Ti tieni in forma, cammini, incontri gente e socializzi. I tuoi (ex) compagni di bocce e Scala 40 ti guarderanno addirittura con una certa invidia.

Ritagliati il tuo ruolo attivo

Prendersi cura di un bambino è davvero impegnativo: hanno più vita sociale di noi genitori, non hanno la patente e devono essere scarrozzati su e giù in ogni dove. Si inizia con il doverli accompagnare al nido o alla scuola materna, poi subentrano le elementari e i primi impegni extrascolastici: il corso di nuoto, le lezioni di chitarra, lo stage di teatro per piccoli attori. I tuoi figli ti chiederanno senza ombra di dubbio una mano. Non vederla come un'imposizione, tutt'al più come un'occasione per tornare ad avere degli impegni scadenzati, degli orari, come potevi avere prima di andare in pensione. Sarai però il primo a conoscere i compagni di classe di tuo nipote, a vederlo dimenarsi in vasca o a fare il primo canestro a basket. Sarai un nonno attivo e lui ti ricambierà con estremo affetto e cercandoti sempre.

Divertiti a giocare

Questo significa anche imparare a giocare di nuovo. Potrai rapire l'attenzione del tuo nipotino raccontandogli storie, aneddoti ed esperienze vissute. Fallo con tuo nipote, tanto a questo punto i figli non ascoltano più. Monta un seggiolino sulla tua bicicletta e portatelo a spasso, così puoi concederti anche una mezz'oretta di attività fisica giornaliera. Compra un puzzle e fatelo insieme. Aiutalo a giocare con la spata modellabile o improvvisate una torta con quello che trovate in dispensa. Ogni momento condiviso sarà una fonte di divertimento per te, e un ricordo indelebile per lui.

Lascia spazio alla spensieratezza

Hai la fortuna di essere finalmente nonno, e con i tuoi nipoti, puoi mettere da parte il ruolo da genitore. Ogni perla di saggezza da parte del nonno è ben accetta, ma il 90% dell'educazione spetta ormai ai genitori. Hai quindi la possibilità di viverti questa nuova fase della vita con estrema spensieratezza, lasciandoti stupire dall'innocenza e la limpidezza che sono caratteristiche solo dell'infanzia.

Goditi il meritato riposo

A fine giornata ognuno a casa sua. La fortuna di essere nonni è che di norma, quando "si è fatta una certa" i figli tornano a casa con i propri genitori. È il momento di un meritato riposo. Si può tornare alla Settimana Enigmistica, agli episodi di Montalbano, alla poltrona su cui sonnecchiare. Con la consapevolezza di aver dato tantissimo al pargolo di casa e di aver fatto del bene anche a te stesso.