Auto elettriche: quanto ci impiegano a ricaricarsi?

Quando parliamo di auto elettriche, le nostre principali perplessità sono due: quanta autonomia ha la batteria? E in quanto tempo posso ricaricarla? Dipende da molte cose: ma di sicuro esistono auto che, con dei caricatori potenti, possono caricarsi anche in meno di mezz’ora.
Gianluca Cedolin 11 febbraio 2020

Nonostante oggi ne sentiamo parlare molto e i numeri sulle vendite siano in netta crescita, le auto 100% elettriche rappresentano ancora una nicchia piccolissima nel mercato italiano, dominato dai combustibili fossili. Nel 2019, infatti, solo lo 0,5% delle macchine vendute era full electric (sono andate meglio le ibride, al 4,5%), un dato che racconta di un’Italia ancora non pronta a una rivoluzione sostenibile.

Quando stai per acquistare un’auto, solitamente ci sono tre fattori che ti allontano dal lanciarti sull’elettrico: il prezzo, in calo ma ancora superiore a quello delle auto a benzina, e soprattutto l’autonomia e i tempi di ricarica. Ma quanto ci mette un’auto elettrica a ricaricarsi? Proviamo a capirlo insieme.

Cosa influenza i tempi di ricarica

Per sapere quanto tempo impiega un’auto elettrica a ricaricarsi, devi tenere conto principalmente di due componenti: la potenza erogata dal caricatore e la potenza massima accettata dal caricabatteria interno all’auto. Se i due valori sono diversi, comanda quello basso. Complicato? Proviamo con un esempio: se hai una stazione di ricarica da 7,4 kW e un veicolo con caricabatteria interno da massimo 3,7 kW, la ricarica avviene a 3,7 kW. Se la stazione è da 3,7 kW e il caricabatterie dell’auto elettrica da 7,4 kW, la ricarica avviene sempre a 3,7.

Questo avviene per i sistemi a bassa potenza, fino a sotto i 22 kW, che erogano energia a corrente alternata. Quelli invece superiori a 22 kW, i cosiddetti fast (che arrivano fino a 350 kW nei casi di Ionity e Tesla), non dipendono dal caricatore di bordo, in quanto inviano direttamente corrente continua alle batterie.

I tempi di ricarica

Prendiamo la Renault Zoe, l’auto elettrica più venduta in Italia nel 2019. La batteria dell’ultimo modello ha una capacità di 52 kWh e, a una potenza di 7,4 kW, la ricarica da 0 a 100 avviene in 9 ore e 25 minuti (ma soprattutto se la usi in città non ti serve per forza sempre ricaricarla tutta, o comunque se la carichi di notte non avrai problemi).

Con i sistemi invece ad alta velocità la ricarica sarà molto più veloce, ma non potrà essere completa. Dai 50 kW in su, in particolare, puoi ricaricare l’auto anche in 30 minuti, ma solo fino all’80%, per una questione tecnica che puoi approfondire qui. Sistemi super veloci da 350 kW come quelli di Ionity possono ricaricare l’auto addirittura in pochi minuti.

Questo sito ha compilato una tabella con i tempi di ricarica di cinque auto elettriche molto diverse tra loro. Una Tesla model 3 Long range si ricarica a casa, con una potenza da 3 kW, in 30 ore; a un wallbox da 7,5 kW in 12 ore, a una colonnina da 22 kW in 3,4 ore e con la ricarica rapida arriva all’80% in 30 minuti. La Renault Zoe R110 impiega 15 ore a 3 kW, 5,5 ore a 7,5, 2 ore a 22 kW ma 50 minuti con la ricarica rapida.