Candida: quali sono le cause e come si può prevenire questo disturbo fastidioso?

Essere affetti da candidosi, cioè un’infezione fungina sostenuta da candida non è un evento raro. Due persone su tre, una volta nella vita, hanno dovuto debellare questo lievito che crea delle colonie di colore bianco a vari livelli corporei, dando dei sintomi molto fastidiosi. Non prendere sotto gamba questa infezione e curala a dovere in quanto spesso può diventare un disturbo cronico con cui convivere per numerosi anni.
Dott.ssa Karen Angelucci Dottoressa in Farmacia
14 febbraio 2020 * ultima modifica il 17/02/2020

Avresti mai pensato che un fungo che normalmente risiede nel tuo corpo senza darti alcun disturbo potesse diventare infettivo? Questo è proprio ciò che succede con la candida. Nella normalità si tratta di un microrganismo che vive in simbiosi con il tuo organismo, ciò vuol dire che è del tutto innocuo, anzi ti aiuta anche nella digestione degli zuccheri. Quando, però, ha la possibilità di espandersi crea vasti agglomerati diventando molto pericoloso, soprattutto se attacca pazienti ospedalizzati o immunocompromessi. Continuando nella lettura dell'articolo conoscerai tutto ciò che è importante sapere sulla candida.

Cos'è

La candida, come già accennato, è un fungo che appartiene alla famiglia dei lieviti. Forse ora ti stai domandando: "ma come fa un organismo minuscolo a creare così tanti problemi nel mio fisico?" La risposta è semplice, diventa patogeno quando forma delle colonie estese e non se si trova isolato. Un'altra sua caratteristica è il fatto di essere saprofita, ciò vuol dire che si nutre di materia morta, infatti nel tuo organismo si può trovare in tutti quei distretti dove c'è il suo nutrimento:

  • bocca, che spesso accoglie sono residui di cibo;
  • intestino dove gli alimenti vengono degradati;
  • genitali, soprattutto femminili a causa della loro conformazione, in questi è favorita la formazione di colonie batteriche;
  • pelle e unghia sulle quali spesso ci sono cellule morte che costituiscono il loro nutrimento preferito.

La candida non si trova fissa in un distretto ma si sposta nel corpo attraverso la circolazione sanguigna dando origine a una candidemia. Quest'ultima può essere un problema molto rilevante per tutti coloro che hanno le difese immunitarie basse perché tale fungo riesce a colonizzare contemporaneamente: polmoni, cuore e cervello, nei casi più gravi porta anche a morte. Non metterti in allarme, però, quando colpisce una persona in buona salute e non ospedalizzata è un'infezione molto comune e facilmente risolvibile.

Ci sono più di 200 varietà di candida, quelle patogene per l'uomo, però, sono solo 20

Quasi la totalità delle volte il lievito responsabile di una candidosi, è la candida albicans, chiamata così perché crea delle colonie di colore bianco, in latino "albus"; questo è un tratto distintivo di questa patologia che può aiutarti a individuarla a prima vista.

I sintomi

I sintomi della candida sono vari, alcuni sono legati a sensazioni fisiche spiacevoli e si presentano nella parte del corpo che viene colpita, ma altri sono abbastanza singolari in quanto riguardano tutto il tuo fisico. Le zone dove si manifesta più comunemente questo fungo sono due, la bocca e la zona genitale, quando proprio questo distretto è colpito si presentano:

  • perdite biancastre simili a ricotta;
  • rossore, bruciore e prurito molto accentuato;
  • odore sgradevole;
  • pelle secca;
  • fastidio durante la minzione;
  • dolore durante i rapporti sessuali.

Se la candida esordisce a livello della bocca, in questo caso prende anche il nome di mughetto, e determina:

  • una patina biancastra che riveste guance e lingua;
  • difficoltà a deglutire;
  • digestione rallentata con sensazione di un costante peso sullo stomaco;
  • diarrea;
  • macchie cutanee.

In entrambi i casi si possono anche presentare dei sintomi che riguardano tutti il fisico come:

Le cause

La candida può manifestarsi una sola volta in forma acuta o riproporsi ciclicamente, in questo caso si dice cronica; spesso se non ben curata, infatti, può radicarsi nel fisico diventando difficile da estirpare. Non prendere sottogamba questo disturbo perché, come hai visto nel paragrafo precedente, dà delle alterazioni in tutto il tuo fisico. Le cause della sua comparsa sono varie ma legate principalmente a un indebolimento del corpo dovuto: a malattie, stress o malnutrizione che portano a una conseguente diminuzione delle difese immunitarie. Quando i globuli bianchi sono decimati o il tuo organismo non ha abbastanza nutrienti, infatti, è più facilmente attaccabile dai patogeni e microrganismi che di solito sono innocui, come la candida.

I fattori di rischio

I fattori di rischio che fanno diventare la candida patogena per l'uomo sono:

  • periodi della vita particolarmente intensi, in cui sei sottoposto a stress e non riesci a riposarti a causa i troppi impegni;
  • post infezioni; dopo aver superato un virus il corpo è più debole perché ha impiegato la maggior parte dei globuli bianchi per far fronte al patogeno che l'ha colpito;
  • in seguito a una cura antibiotica; sicuramente conoscerai questa classe di farmaci, che devono essere presi esclusivamente su prescrizione medica, e servono per combattere infezioni sostenute da batteri. Questi indeboliscono molto il tuo corpo e diminuiscono drasticamente la flora intestinale. Di questa fa parte anche la candida ma, in presenza di altri microrganismi che ti aiutano a degradare il cibo, non prolifera in modo incontrollato, invece se questi vengono spazzati via dall'antibiotico tale fungo riesce a riprodursi senza limiti;
  • pillola contraccettiva; studi dimostrano che questi farmaci favoriscono l'adesione della candida alle pareti intestinali così che riesce più facilmente a creare delle colonie;
  • diabete; si manifesta quando l'insulina, un ormone che stimola l'assorbimento dello zucchero da parte delle cellule è assente, così che nel sangue c'è un' elevata percentuale di glucosio, il nutrimento preferito della candida. Ecco perché nei pazienti diabetici è più difficile debellare tale patologia;
  • soggetti immunocompromessi, cioè affetti da malattie che abbassano drasticamente le difese immunitarie, come l'HIV, tumori e ustioni su gran parte del copro che hanno degradato la pelle, la prima barriera che ha il tuo fisico per proteggersi dai patogeni.

Come si cura

Non sottovalutare la candida e curala sempre fino a completa guarigione. Rivolgiti al tuo medico che sicuramente ti prescriverà il farmaco migliore per le tue esigenze, quelli impiegati per debellare infezioni fungine sono:

  • Azolici, la classe di medicinali più usati in questo caso per i loro scarsi effetti collaterali; tra questi si annoverano: fluconazolo, clotrimazolo, itraconazolo, e miconazolo che impediscono al fungo di creare una struttura fondamentale per loro sopravvivenza e quindi li portano alla morte. Esistono differenti forme farmaceutiche di queste molecole da scegliere a seconda di dove si trova l'infezione. Sono disponibili in pomate ovuli vaginali ma anche in compresse o capsule da deglutire;
  • Polienici di cui fanno parte la nistatina e l'amfotericina B. Quest'ultima deve essere presa con moderazione in quanto può essere molto tossica a livello renale

Affianco a questi ci sono degli altri presidi per ridurre i sintomi della candida, come pomate a base di lidocaina, che anestetizzano la zona riducendo il prurito, sono consigliate soprattutto per quella vaginale. Per questo fine si possono usare anche degli estratti naturali sottoforma di integratori, tisane, od oli essenziali diluiti con acqua per fare dei lavaggi sulla zona interessata. Le migliori sostanze da usare sono:

  • calendula
  • tea tree oil
  • bicarbonato
  • acido borico
  • mirtillo rosso
  • echinacea.

Come si previene

Ci sono delle strategie che puoi mettere in atto per prevenire che la candida si presenti. La prima è quella di detergere giornalmente il corpo e asciugare bene la zona in modo tale da non lasciarla bagnata; infatti questo lievito prolifera in delle aree particolarmente umide o in cui circola poco l'aria, si manifesta soprattutto in bocca, nella vagina ma anche sotto le ascelle o sulle unghie.

Oltre a frequenti lavaggi, per debellare la candida vaginale, che è quella che si manifesta più spesso (il 60% delle donne ne ha sofferto almeno una volta nella vita) evita fibre sintetiche che impediscono la traspirazione o deodoranti che alterano il pH intimo, che di solito è debolmente acido. Assumi fermenti lattici vivi, parallelamente e dopo una cura a base di antibiotici o cortisone, medicinali che distruggono la flora intestinale. Ne devi prendere dai 5 ai 10 miliardi al giorno per ripristinare una situazione normale, invece basta solo mezza dose per i bambini.

L'alimentazione è molto importante per evitare recidive da candida, i miei consigli a riguardo sono:

  • riduci drasticamente gli zuccheri semplici contenuti nei dolci perché, se ti ricordi, avevo detto che questo è il loro cibo preferito;
  • mangia molte verdure, meglio crude, perché le vitamine e i minerali in esse contenute non si degradano. Se non riesci ad assumere tali sostanze con la dieta opta per degli integratori specialmente a base di magnesio, zinco e vitamina C;
  • consuma cereali e legumi ricchi di fibre che favoriscono la pulizia intestinale che allontanano dal corpo anche i patogeni;
  • riduci le sostanze molto grasse, sono quelle che il tuo corpo fa più fatica a digerire, segui questo consiglio soprattutto se soffri di mughetto.

Fonte| Ministero della salute

Laureata in Chimica e Tecnologia Farmaceutica, ha un master in Scienze regolatorie dei farmaci. Qualche anno dopo la laurea, grazie anche altro…
Le informazioni fornite su www.ohga.it sono progettate per integrare, non sostituire, la relazione tra un paziente e il proprio medico.