Candida: quali sono le cause e come si può prevenire questo disturbo fastidioso?

La candida vive sulla tua pelle, senza darti alcun segnale della sua presenza. Talvolta però si creano delle situazioni sfavorevoli che ne consentono la crescita senza controllo e lo sviluppo di infezioni, nella maggior parte dei casi cutanee. Sono gravi? Come si curano e soprattutto come si prevengono?
Valentina Rorato 30 aprile 2020
* ultima modifica il 30/04/2020

Quando si nomina la Candida si pensa subito a un’infezione vaginale. In realtà, si tratta di un fungo che vive sulla tua pelle e può creare infezioni in diverse parti del corpo, dalla bocca, con il classico mughetto, ai piedi, con il famoso piede d’atleta, dalla cute al cuoio capelluto. È più frequente tra le donne, soprattutto se in gravidanza, e tra i neonati, ma colpire anche gli uomini. Scopriamo insieme le caratteristiche di questa micosi.

Cos’è

Sulla nostra pelle non vivono solo germi e batteri, possono essere presenti anche funghi. Il più noto e comune è la candida (per l'esattezza la Candida albicans), che causa frequenti infezioni. Nella maggior parte dei casi, non ti rendi conto della sua presenza. Si trova, infatti, silente nella tua bocca, in gola, nell'intestino e nella vagina, senza causare alcun problema. Diventa fastidiosa quando la sua crescita aumenta senza controllo e soprattutto si spinge in profondità nel corpo, raggiungendo il flusso sanguigno ma anche gli organi interni, come i reni, il cuore o il cervello. In questo caso si parla di candida invasiva ed è estremamente pericolosa.

In generale, l’infezione da Candida albicans non è grave e può essere facilmente trattata. Tuttavia, quando il fungo inizia a crescere a dismisura, può portare a problemi potenzialmente letali, specialmente in quelle persone che hanno un sistema immunitario compromesso.

Tipi di candidosi

Esistono 150 specie diverse di Candida, ma quando parliamo di candidosi nell’uomo nella maggior parte dei casi ci riferiamo, come ti è stato anticipato, alla Candida albicans. La micosi può essere differente in base alla zona del corpo in cui manifesta. Abbiamo quindi stabilito quattro tipi di candidosi differenti.

Candidosi nella bocca

La candidosi nella bocca e nella gola è anche chiamata candidosi orofaringea o mughetto, mentre quella che raggiunge l’esofago, ovvero il tubo che collega la gola allo stomaco, è chiamata candidosi esofagea o esofagite da Candida, molto frequente nelle persone affette da HIV/AIDS. Questa micosi orofaringea può colpire in diversi casi: quando si soffre di diabete, di una malattia che causa deficit immunitari, se stai seguendo una terapia a base di antibiotici o corticosteroidi (anche per via inalatoria) o farmaci che causano secchezza delle fauci. È ricorrente se hai una scarsa igiene orale, se fumi, se indossi la dentiera ed è tipica dei neonati (meno di un mese).

Candidosi vaginale

La candidosi vaginale o candida alla vagina è un’infezione che le donne conoscono bene. Causa intenso prurito, perdite bianche e dense, odori sgradevoli ma anche dolore durante i rapporti sessuali. Sebbene la maggior parte delle candidosi vaginale sia lieve, alcune signore possono sviluppare gravi infezioni che comprendono arrossamento, gonfiore e lacerazioni alle pareti vaginali. È molto importante un trattamento tempestivo.

Candidosi invasiva

La candidosi invasiva è l’infezione da Candida più grave, perché può colpire il sangue, il cuore, il cervello, gli occhi, le ossa e altre parti del corpo. È più frequente tra le persone che sono state recentemente ricoverate in ospedale o vivono in una struttura sanitaria, come una casa di cura. I sintomi includono febbre e brividi, anche perché è probabile che una persona con questa infezione sia già affetta da un’altra patologia. Per questo motivo è spesso difficile da diagnosticare e la conseguenza peggiore è la sepsi fulminante, fatale in oltre il 70 percento dei casi.

Candida nei bambini

I bambini hanno spesso infezioni cutanee causate dalla Candida, che si manifesta principalmente in bocca, con il mughetto, e nelle orecchie, ma anche ai genitali, grazie all’ambiente caldo-umido favorito dal pannolino. Quali sono i sintomi più comuni?

  • dermatite da pannolino persistente e pesante
  • eruzioni cutanee che ricordano l' eczema
  • macchie bianche o gialle sulla lingua o all'interno della bocca o delle guance
  • problemi alle orecchie ricorrenti
  • irritabilità

Le cause

Le infezioni da Candida possono verificarsi in quasi tutte le zone del corpo, ma si trovano più comunemente nelle regioni intergiganti, ovvero in quei punti del corpo dove due aree si toccano o si sfregano, come può essere l’inguine, le ascelle, ma anche le pieghe della pelle. Qual è la causa? La Candida è un lievito che prospera sulla tua pelle, in condizioni calde, umide e sudate. Normalmente, la cute agisce come una barriera contro le infezioni. Tuttavia, eventuali tagli o rotture negli strati superficiali (magari proprio a causa di uno sfregamento) possono consentire al fungo di causare micosi. Diventa patogena quando le condizioni sono favorevoli alla sua moltiplicazione, per esempio se dopo aver sudato, non ti lavi e non ti cambi la biancheria intima o lasci il tuo bimbo con un pannolino non asciutto per troppo tempo.

Fattori di rischio

Oltre alle cause, ci sono diversi fattori di rischio che possono favorire l’infezione da Candida:

  • diabete
  • sovrappeso
  • ipotiroidismo
  • disturbi infiammatori
  • sistema immunitario indebolito
  • condizioni di lavoro umide
  • gravidanza
  • assunzione di farmaci (antibiotici, cortisone, pillola anticoncezionale)
  • neonati

I sintomi

I sintomi della Candida variano a seconda della posizione del corpo in cui si manifesta. Fai dunque attenzione a:

  • eruzioni cutanee
  • macchie rosse
  • patina bianca nella bocca
  • lacerazioni cutanee
  • indolenzimento
  • secrezioni vaginali (bianche e con odore sgradevole)
  • pustole e brufoli pieni di pus

La diagnosi

La diagnosi si basa principalmente sull’osservazione della pelle. E una volta diagnosticata l’infezione fungina, il medico dovrà comprendere quale sia stata la causa scatenante, perché ovviamente la terapia si deve basare proprio sull’origine della malattia. In caso di candidosi vaginale potrebbe essere necessario un tampone, per analizzare i fluidi.

La cura

La cura per la Candida è generalmente semplice. Non è necessario essere ricoverati in ospedale a meno che non si abbiano problemi al sistema immunitario o la candida non si sia diffusa nel flusso sanguigno. Di solito si utilizzano dei prodotti antifungini da banco, ideale alla zona del corpo da trattare. Se ovviamente, l’infezione è grave potrebbero essere prescritti trattamenti per via orale o endovenosa.

Come si previene

Se ti sei chiesto in passato come si prende la candida, oggi hai avuto la tua risposta. La candida vive sulla tua pelle. Detto ciò ci sono diversi comportanti che possono aiutarti a prevenire le infezioni. Quali sono?

  • Indossa abiti traspirati per evitare l’umidità sulla pelle
  • Fai attenzione all’igiene di ascelle e inguine
  • Fai sempre una doccia dopo aver sudato e asciugati accuratamente, soprattutto le pieghe cutanee
  • Indossa sandali o scarpe aperte quando fa caldo
  • Cambia regolarmente le calze e la biancheria intima
  • Segui una dieta sana e regolare
  • Mangia yogurt o assumi fermenti lattici
  • Evita di appoggiarti in ambienti umidi condivisi (come idromassaggi o panche nelle saune o nei bagni turchi)
  • Non avere rapporti sessuali se tu o il partner soffrite di candidosi
  • Cambia spesso il pannolino al tuo bambino e nei periodi molto caldi cerca di lasciarlo senza quanto più possibile

Fonti| Ministero della Salute; Humanitas

Le informazioni fornite su www.ohga.it sono progettate per integrare, non sostituire, la relazione tra un paziente e il proprio medico.