Car free day 2019: Londra promossa con 10 e lode, città italiane non pervenute

In coda alla Settimana Europea della Mobilità Sostenibile, oggi domenica 22 settembre è in programma il Car free day, una giornata che invita i cittadini (e le amministrazioni) a ridurre l’uso dell’automobile. E se Londra celebra l’evento in pompa magna, non si può certo dire lo stesso di alcune città italiane.
Gaia Cortese 22 Settembre 2019

Chi si è veramente organizzata per il Car free day 2019, è la città di Londra. Sulle altre città, soprattutto su quelle italiane, qualche perplessità resta. Domenica 22 settembre viene celebrato in tutto il mondo il Car free day, una giornata promossa con l’obiettivo di incoraggiare i cittadini di tutto il mondo a lasciare l’auto a casa propria e a scegliere un mezzo alternativo per spostarsi. Il Car free day, di cui abbiamo già raccontato in questo articolo, è un evento che vuole promuovere la mobilità sostenibile, ed è rivolto ai cittadini, così come alle amministrazioni cittadine; e proprio quest’ultime dovrebbero essere le prime ad impegnarsi per aderire all’iniziativa. Ma non sempre va così.

Cosa succederà a Londra

A Londra, il primo cittadino Sadiq Khan ha indetto una domenica ecologica che porterà oltre 20 chilometri di strade ad essere ad uso esclusivo dei pedoni: saranno organizzate passeggiate guidate, coinvolgenti cacce al tesoro per i più piccoli, corse su due ruote, spettacoli con artisti di strada, musica dal vivo e parcogiochi temporanei per i bambini. Tutte le iniziative sono riportate sul sito London Car free day e sul sito dell'associazione Mums for lungs, un gruppo di genitori londinesi creato nel 2017 a Brixol, che si batte per la riduzione dell'inquinamento atmosferico per le strade di Londra.

Will you go car free in 2019?

A post shared by London Car Free Day (@carfreedayldn) on

Cosa (non) succede in Italia

Roma

Tra le adesioni al Car free day, Roma non compare. Solo l'associazione Roma Slow Tour ha organizzato una serie di iniziative per promuovere una mobilità più sostenibile come alternativa all'uso dell'automobile. In collaborazione con Atac, sarà possibile ripercorrere la storia del cinema italiano salendo a bordo di alcuni locomotori e tram storici completamente restaurati. Un evento di un paio di ore che si terrà presso la stazione di Porta San Paolo nella giornata di domenica 22 settembre.

Genova

Cittadini e associazioni hanno addirittura lanciato una petizione su Change.org indirizzata al sindaco Marco Bucci e all’assessore alla mobilità Stefano Balleari, per chiedere l’adesione della città di Genova al World Car Free Day del 22 settembre come segnale di cambiamento verso politiche rivolte alla mobilità sostenibile urbana. L'adesione rappresenterebbe un forte segnale con quanto già dichiarato nel PUMS (Piano urbano della mobilità sostenibile), oltre a essere una risposta alla crisi generata dal tragico crollo del ponte Morandi.

Milano

E Milano? Lo scorso 20 maggio il Comune di Milano aveva approvato la dichiarazione di emergenza climatica e ambientale, un documento che dovrebbe impegnare le istituzioni milanesi a contenere le emissioni di gas e gli effetti del cambiamento climatico. Nel mese di agosto il Comune aveva poi comunicato la propria adesione al Car free day per la giornata del 22 settembre. Peccato che il Comune abbia fatto retromarcia, scegliendo di non aderire più all'iniziativa. Il Comune non chiuderà le strade al traffico, ma si limiterà solo ad alcune iniziative (tra cui diverse organizzate nell'ambito di Milano Bike City) per sensibilizzare i cittadini alla riduzione dell'uso dell'automobile. Quanto abbia pesato la concomitanza di un evento come la Settimana della Moda con la Settimana Europea della Mobilità Sostenibile e il Car free day  del 22 settembre, non è difficile da immaginare.