Che cos’è l’ecodoppler e quando serve questo esame

L’ecodoppler è un’ecografia specifica che serve per controllare lo stato di salute di vene e arterie e identificare alcune patologie vascolari. Non è un esame invasivo, non è rischioso e può essere ripetuto senza complicazioni. Come si svolge e quali sono le persone a cui è consigliato?
Valentina Rorato 6 Giugno 2022
* ultima modifica il 22/06/2022

L’ecodoppler è un esame diagnostico, non invasivo, che permette di visualizzare i principali vasi sanguigni e studiare il flusso ematico. Serve per diagnosticare patologie vascolari e valutare l'entità di alcune lesioni, come in caso di ictus, aneurisma o trombosi. Come si esegue e chi lo deve fare?

Che cos’è

Simile a un ecocardiogramma, un'ecodoppler (o ecocardiografia Doppler) è un test in cui le onde sonore ad altissima frequenza vengono rimbalzate dal cuore e dai vasi sanguigni. Le onde sonore di ritorno (echi) vengono captate e trasformate in immagini che mostrano il flusso sanguigno attraverso le arterie o il cuore stesso. Il test ecografico Doppler consente ai medici di vedere chiaramente come il sangue scorre attraverso il cuore e i vasi sanguigni. Consente inoltre loro di vedere e misurare le ostruzioni nelle arterie e misurare il grado di restringimento o perdita delle valvole cardiache. Può essere raccomandato per i pazienti con aterosclerosi o malattia coronarica. Viene utilizzato per valutare il flusso sanguigno attraverso le arterie coronarie (i vasi sanguigni che irrorano il cuore), l‘arteria carotide (l'arteria principale del collo), le arterie principali delle braccia e delle gambe.

Tipi di ecodoppler

Esistono diversi tipi di ecodoppler. L’esame in realtà è lo stesso, ma si utilizza in zone diverse.

  • Ecodoppler carotideo: l’analisi della sezione interna della carotide permette di verificare la presenza di placca, che può rappresentare un ostacolo al flusso normale del sangue e può aggravare la condizione di salute delle carotidi fino all’ictus;
  • Ecodoppler cardiaco: permette di verificare la funzione delle diverse valvole cardiache e la capacità e l’efficienza del muscolo di pompare sangue.
  • Ecodoppler degli arti inferiori: può risultare decisivo in pazienti che necessitano di interventi delicati a livello arterioso negli arti inferiori.

Come si fa

Un test ecografico Doppler viene solitamente eseguito in un ospedale. Uno speciale gel viene applicato sulla parte del corpo da testare per migliorare la qualità del suono. Quindi, un trasduttore (uno strumento portatile che trasmette le onde sonore) viene tenuto contro la pelle mentre vengono registrate le immagini dei vasi sanguigni. Il test dura circa 30 minuti ed è indolore.

Come prepararsi

Di solito non è necessario limitare cibi o liquidi o fare preparazioni speciali prima dell’esame. Parla con il tuo medico o direttamente chiedi informazioni nel centro medico dove effettuerai il test.

Fonte | LazzaroSpallanzani

Contenuto validato dal Comitato Scientifico di Ohga
Il Comitato Scientifico di Ohga è composto da medici, specialisti ed esperti con funzione di validazione dei contenuti del giornale che trattano argomenti medico-scientifici. Si occupa di assicurare la qualità, l’accuratezza, l’affidabilità e l’aggiornamento di tali contenuti attraverso le proprie valutazioni e apposite verifiche.
Le informazioni fornite su www.ohga.it sono progettate per integrare, non sostituire, la relazione tra un paziente e il proprio medico.