Da “Un pAsto a tavola” al “Pandoro sospeso”: le iniziative solidali nel Comune di Torre Annunziata

Garantire un pasto caldo, regalare un pandoro, non fare mancare i beni di prima necessità: sono tanti i modi per andare incontro a chi è in difficoltà e nel Comune di Torre Annunziata , in provincia di Napoli, la maggior parte dei cittadini si sta mobilitando per farlo.
Gaia Cortese 17 Dicembre 2021

Se nel rispetto "rigoroso" delle tradizioni milanesi, in questi giorni nel capoluogo lombardo, è possibile aderire all’iniziativa del "Panettone solidale", nel Napoletano è stata lanciata un’altra iniziativa solidale, quella del "Pandoro solidale".

La proposta è stata avanzata dal Comune di Torre Annunziata, ed è stata fortemente voluta dal primo cittadino Vincenzo Ascione: “Sarà un Natale inevitabilmente diverso da quello a cui siamo abituati – ha commentato -, ed è innegabile che l’emergenza Covid ha ulteriormente aggravato il disagio socio-economico sul nostro territorio".

"È prioritario cercare di assicurare un pasto caldo a chi ne necessita".

Vincenzo Ascione

Quella del Pandoro sospeso non è l’unica iniziativa virtuosa del Comune napoletano. La catena di solidarietà, che già si era attivata con successo durante i mesi del primo lockdown, ha visto tanti cittadini partecipare all’iniziativa della “Speda solidale” presso le attività commerciali aderenti, e ora con il progetto “Aggiungi un pAsto a tavola”, a cura dell’assessorato alle politiche sociali e in collaborazione con la mensa “Don Pietro Ottena”, nel periodo natalizio sarà possibile prenotare e ritirare un pasto caldo nelle giornate del 24 e del 31 dicembre presso la parrocchia dell’Immacolata Concezione di corso Vittorio Emanuele III, 240.

Sono solo alcune delle iniziative solidali promosse sotto Natale e, con ogni probabilità, in numerosi comuni e città è possibile scoprirne altre per poter rendere un po' più sereno il Natale di chi si trova in difficoltà.