E_mob 2019: Milano si prepara a ospitare il festival della mobilità elettrica

La manifestazione, giunta alla sua terza edizione, si svolgerà dal 26 al 28 settembre a Palazzo Lombardia. Tre giorni in cui discutere sulle prospettive, sui punti di forza e sulle criticità della mobilità elettrica in Italia e conoscere meglio come l’innovazione tecnologica sta cambiando il settore dei trasporti verso un futuro a zero emissioni.
Federico Turrisi 25 settembre 2019

Qual è lo stato dell'arte della mobilità elettrica in Italia? La rivoluzione sta arrivando, è inevitabile, se vogliamo cercare di stare dentro i limiti fissati dall'Accordo di Parigi sul clima e ridurre le emissioni di CO2. Va detto però che il nostro paese è ancora piuttosto indietro sul fronte dell'elettrico. La strada per una maggiore elettrificazione dei trasporti è ancora lunga. Eppure le premesse ci sono, l'auto elettrica potrebbe davvero diffondersi in maniera capillare, se però venissero migliorati alcuni aspetti e tolti degli ostacoli.

Secondo l'indagine effettuata dall'Osservatorio Auto Findomestic, Il 46 per cento degli italiani acquisterebbe un'auto elettrica solo se l'autonomia superasse i 300 chilometri e il 71 per cento ritiene che siano ancora troppo poche le colonnine di ricarica lungo la rete stradale. Senza considerare poi i tempi di attesa per la ricarica stessa, considerati troppo lunghi ad oggi. Andrebbero infine aumentati gli incentivi alla mobilità elettrica, aspetto su cui l'Italia è carente. In gioco non ci sono solo nuove opportunità per il settore automobilistico e delle infrastrutture, ma anche, a pensarci bene, le sorti del nostro pianeta.

Di questi temi si parlerà in maniera approfondita in occasione della terza edizione di E_mob, il festival della mobilità elettrica, che si terrà a Milano presso Palazzo Lombardia dal 26 al 28 settembre. Milano, del resto, da questo punto di vista si è sempre dimostrata all'avanguardia: nel capoluogo lombardo il Comune ha annunciato un piano per portare a 1000 le colonnine urbane e Atm ha promesso che entro il 2030 tutta la flotta del trasporto pubblico sarà elettrica.

Ci aspettano tre giorni di incontri e conferenze in cui si discuterà di soluzioni tecnologiche e non per rendere la mobilità elettrica accessibile in modo facile e vantaggioso. Sarà inoltre possibile ammirare modelli elettrici attuali e futuri. Numerose le case produttrici presenti alla manifestazione, tra cui Fca, Renault, Psa, Volkswagen, Jaguar, Volvo e Nissan. Ma ci sarà spazio anche alle due ruote, al tema della sharing mobility e a quello della creazione di una filiera nazionale che si occupi del riciclo delle batterie al litio delle auto elettriche.