Esiste una lacca naturale? Sì, e fa bene ai capelli e all’ambiente

Una spruzzata di lacca per mantenere la piega e contrastare l’umidità. Quante volte l’hai usata o il tuo parrucchiere ti ha chiesto se la volevi? E’ un prodotto, nella maggior parte dei casi e nella sua formulazione più tradizionale, molto inquinante. Esistono però delle alternative naturali estremamente valide.
Rubrica a cura di Valentina Rorato
26 Giugno 2021

Tutti abbiamo in casa una lacca per capelli. C’è chi la usa per contrastare l’umidità e far in modo che le chiome non perdano la piega, chi per fissare i progetti architettonici. E' un prodotto versatile, che spesso trova impieghi diversi da quelli cosmetici. Detto ciò, sono anche un tema controverso, molto legato all'inquinamento ambientale. Esiste una lacca naturale?

Che cos’è

La lacca è una miscela chimica che si converte rapidamente dalla sua forma liquida a una nebbia sospesa nell'aria. E a contatto con i tuoi capelli diventa rapidamente un solido polimero adesivo in grado di trattenere le singole ciocche di capelli senza alterarne il colore o la consistenza e puoi lavarla via con uno shampoo delicato.

Per ottenere questo risultato, cui siamo abituati da anni ma non è per nulla banale, ci vogliono propellenti, plastificanti, tensioattivi, adesivi e fragranze. Sfortunatamente, non tutte queste sostanze chimiche sono rispettose dell'ambiente. E' proprio qui che nasce il problema.

Inquinamento ambientale

Le lacche fanno prima di tutto male all’ambiente.  Qualsiasi prodotto fornito in un contenitore per aerosol richiede un insieme secondario di sostanze chimiche note come propellenti. In molti casi, quella miscela chimica include Composti Organici Volatili (COV), tra i principali responsabili della formazione di smog.

La lacca per capelli contiene anche molte sostanze chimiche in concentrazioni così basse da non dover essere segnalate, e queste sono spesso componenti dell'ingrediente descritto sull'etichetta come "fragranza" o "fragranza naturale". Con l'esposizione continua, questi minimi livelli di ingredienti possono accumularsi nei corpi e il risultato è una combinazione di sintomi che possono includere mal di testa, disorientamento, eruzioni cutanee, disturbi dell'umore, debolezza muscolare e difficoltà respiratorie. Non tutti i medici credono che questi effetti siano da imputare all'uso del cosmetico, ma sono numerosi gli studi in corso per verificare le eventuali reazioni avverse.

Ftalati e formaldeide

Le lacche cosmetiche contengono anche altri ingredienti discutibili. Alcuni produttori usano gli ftalati come diluenti. Purtroppo, l'esposizione prolungata a queste sostanze può influenzare le funzioni endocrine. La formaldeide, invece, è un conservante naturale che, nelle giuste dosi, è efficace nell'uccidere muffe e batteri che altrimenti potrebbero trovare una casa in molti prodotti di consumo, come la lacca per capelli. Sfortunatamente, è anche un sospetto cancerogeno ed è considerata una tossina ambientale. Quindi leggi molto bene le etichette prima di acquistare il tuo prodotto.

Esiste una lacca naturale?

Esistono delle lacche naturali, rispettose della tua salute e anche dell’ambiente. Per esempio, la lacca Josh Rosebrook che si basa su oli essenziali come lavanda e rosmarino. Non ci sono profumi artificiali nascosti, plastica o agenti cancerogeni in agguato. Non si gonfia quando si spruzza e offre tenuta per tutto il giorno e volume, senza diventare dura.

Ottima anche la lacca al sale marino “Captain Blankenship Mermaid”. Al suo interno, per non seccare le chiome contiene anche aloe vera ed è contenuta in un barattolo di vetro che può essere riutilizzato o riciclato.

La lacca BWC contiene gomma xantana come agente addensante e sodio PCA come idratante naturale per aiutarti a evitare la sensazione di croccantezza, ovvero quando i capelli si seccano e sembrano quasi incollati. Non contiene profumazioni.

Ricetta per fare la lacca

Se non hai trovato la lacca naturale che fa per te, puoi sempre farla a casa. Questa è una facile ricetta.

Ingredienti

  • 200ml di acqua filtrata
  • 2 cucchiai di zucchero bianco (quelli scuro o di canna non funziona)
  • 1 cucchiaio di alcol ad alta gradazione come la vodka (se vuoi puoi anche usare un rum speziato per il profumo)
  • 10-15 gocce di oli essenziali a scelta

Preparazione

Fai bollire l'acqua e sciogli lo zucchero. Lascia raffreddare il liquido a temperatura ambiente e aggiungi alcol e oli essenziali. Conserva la lacca in un flacone spray e utilizzala come faresti con un prodotto del supermercato.

Questo articolo fa parte della rubrica
Diplomata al Liceo Scientifico e Laureata in Lettere Moderne, ho saputo coniugare il mondo scientifico e quello umanistico nel mio lavoro, altro…