Fare shopping migliora il tuo umore (sempre che non sia compulsivo)

Una ricerca scientifica condotta da un team di psicologi dell’Università del Michigan ha constatato che fare shopping aiuta a combattere gli stati di ansia e di depressione, migliorando l’umore. E noi non dubitiamo della veridicità di questo studio.
Gaia Cortese 13 settembre 2019

Si chiama Retail Therapy (che tradotto significa "terapia al dettaglio") ed è finalmente la conferma che fare acquisti migliora l’umore. Forse Rebecca Bloomwood, che abbiamo conosciuto con il romanzo "I love shopping" di Sophie Kinsella, ci aveva preso un po’ troppo la mano con questa teoria, ma di sicuro sapere che fare shopping ti fa bene, ti toglierà qualche senso di colpa quando ti capiterà di uscire per negozi e centri commerciali la prossima volta.

Secondo uno studio seguito da un’equipe di psicologi dell’Università del Michigan, negli Stati Uniti, fare shopping equivale ha una terapia contro gli stati di tristezza e di malinconia, e mette pure di buon umore.

Sono stati condotti tre diversi esperimenti che hanno portato alla medesima conclusione: fare acquisti ha un effetto immediato sull’umore. Non solo dà soddisfazione ma è anche gratificante, e rappresenta a tutti gli effetti un obiettivo raggiunto, ossia un oggetto del desiderio trovato e acquistato.

I benefici dello shopping

Acquistare qualcosa di nuovo è una ventata di freschezza e porta inevitabilmente a un cambiamento nella tua vita. Ogni volta che compri un vestito, una borsa o un paio di scarpe nuove è un’iniezione di autostima perché quell’acquisto ti fa sentire meglio con te stesso, ti invoglia a uscire di casa e a prenderti maggiore cura di come appari esteriormente. E tutte le volte che aggiungi un pezzo di arredamento in più nella tua casa? Non solo la stai migliorando, ma ne stai facendo il luogo ideale dove accogliere i tuoi amici o dove rifugiarti a fine giornata per ritrovare il giusto relax. Anche fare una spesa di cibi naturali e salutari è un modo per prendersi cura del proprio benessere e uno stimolo per migliorare il proprio stile di vita.

Fare shopping è anche un buon modo per tenersi in forma. Se vuoi fare le cose bene, per una giornata di acquisti indossa un paio di sneakers comode e preparati a percorrere chilometri per  sbirciare tra le vetrine dei negozi più interessanti della tua città. Alla fine della giornata avrai le gambe doloranti, ma la stanchezza si accusa molto di meno con un paio di shopper pieni di acquisti fatti.

Controindicazioni dello shopping

Certo le insidie sono sempre dietro l'angolo. Personalmente ho sperimentato anche lo "shopping negativo", ossia una di quelle giornate in cui non ti vedresti decente con nessuno vestito al mondo. In questo caso è meglio lasciar perdere e rimandare a tempi migliori, per non rischiare di deprimersi ancora di più o di fare l'acquisto sbagliato.

Per non parlare poi di un altro tema piuttosto diffuso, quello dello "shopping compulsivo". Se con una carta di credito in mano, non sai porti dei limiti negli acquisti, prova a stabilire un budget da non superare, magari prelevando la somma prima di darti allo shopping. In questo modo non solo non rischi di spendere più di quello che ti sarebbe concesso, ma soprattutto allontani il rischio di avvilirti per aver speso troppo.