Finalmente insieme: ecco come puoi riprendere i rapporti con amici e conoscenti

Non solo congiunti. Adesso puoi rivedere anche amici e conoscenti, indossando sempre la mascherina e mantenendo la distanza di sicurezza.
Gaia Cortese 21 maggio 2020

Non solo più congiunti: a partire dal 18 maggio, ritrovati ormai i congiunti in Fase 2, in base al decreto sulle riaperture del 18 maggio, si possono finalmente incontrare anche amici e conoscenti. Sembra ormai al tramonto l’epoca degli aperitivi virtuali su zoom e delle feste di compleanno in videochiamata, anche se, a dire il vero, qualcuno già rimpiange quel disteso isolamento da quarantena che abbiamo sperimentato per oltre due mesi.

Rimane ovviamente l’obbligo di rispettare le norme relative agli spostamenti (previsti al momento solo all’interno delle Regioni) e il divieto di assembramento, la cui definizione non è molto chiara nel decreto in quanto non viene indicato un numero massimo di persone che si possono effettivamente incontrare.

Nell’ottica di rispettare il distanziamento sociale sono assolutamente vietate le feste private: una restrizione che ha senso, dovendo tutti mantenere una certa distanza in fase ancora di emergenza, per quanto rimane il dubbio su quanto i rischi di contagiarsi possano essere superiori se si organizza una festa di compleanno piuttosto che un aperitivo o una cena tra amici in casa.

In ogni caso, amici e conoscenti si potranno incontrare indossando sempre la mascherina e mantenendo una distanza di almeno un metro per evitare o ridurre eventuali rischi di contagio. Nessuna stretta di mano, nessun abbraccio, vietato qualsiasi contatto: impareremo a guardarci di più negli occhi e a vedere in questi il sorriso delle persone.

Al divieto di assembramento, si aggiunge il divieto di uscire di casa in presenza di sintomatologia da Covid-19 o in caso di positività data dal tampone: in questo caso è doveroso sottoporsi al regime di quarantena volontario.